1. Paolo e Alexandra, un incontro per caso


    Data: 15/09/2020, Categorie: Etero Autore: elen1985, Fonte: RaccontiMilu

    ... fatto un favore!!” comment’ la ragazza. “Si lo so e l’ho ringraziata… ma era tutta rifatta! Preferisco i seni naturali!!”. “Quindi non sei di quelli che… basta che siano grosse?”.
    
    Sembrava simpatica nonostante tutto, e la sua frase (che in qualche modo difendeva le ragazze con le tette piccole e i ragazzi che le apprezzavano) sembrava essere la prova che lei non le aveva grosse, dunque era semplicemente robusta, per non dire grassottella. “No… e poi giudica tu se non ho ragione!!”.
    
    Paolo prese il suo smartphone nello zainetto e mostrò la foto del topless della ragazza. Prima di guardare, la ragazza comment’ sarcastica. “Non ti piaceva e le hai addirittura chiesto una foto??”. “Ma no…. è la scommessa… le foto servono come prova”. La ragazza guardò finalmente lo smartphone e fece una smorfia. “Hai ragione… il chirurgo non ha fatto un buon lavoro… ma sto pensando… perché non puoi prenderle da internet le foto?”. “Guarda bene – le disse indicando un piccolo segno all’attaccatura del seno – è un bollino da applicare sempre come prova”. “Una vera certificazione di qualità!! Comunque forse il problema non è che non ci sono ragazze disposte a mostrarsi… magari non vogliono essere fotografate oppure non vogliono spogliarsi qui in spiaggia .. specialmente per le parti basse!”. “Ma la foto non ritrae il viso… resta completamente anonima. . quanto a farlo qui in spiaggia… beh non è così affollata, e comunque si tratta di pochi secondi… per le parti basse basta scostare un po’ lo slip… Il vero problema non te l’ho detto… devono essere fidanzate o sposate!!”. Questo era un vincolo reale della sua penitenza. “Beh allora è chiaro!”. “Già… temo che non ce la farò… ma a proposito di questo… meglio che muova, la speranza c’è sempre!”.
    
    La ragazza rimase per la prima volta in silenzio. “Allora ti saluto… beh non so neanche il tuo nome ma fa niente. Ciao e buona fortuna con gli studi!”. Paolo agit’ la mano in segno di saluto e si volto per andarsene, aveva ancora circa un quarto d’ora di tempo.
    
    Stava per muovere il primo passo quando dalla voce della ragazza uscirono parole nuove… “Aspetta, forse posso aiutarti…” disse con un tono perentorio. Paolo sentì tornare un filo di speranza. “Davvero?? – disse riavvicinandosi a lei – Hai forse qualche amica che accetterebbe?”. “In effetti no, non ho amiche qui, come vedi passo il mio tempo a studiare”. “Allora scusami ma non vedo come…”. “Beh… non vedi nessuna ragazza qui intorno?”.
    
    Paolo scrut’ a destra e sinistra ma non c’era praticamente nessuno nei pressi. Scroll’ il capo in segno di diniego. “Grazie per la considerazione!!” scandì lei con un leggero rossore in viso. Si stava proponendo lei stessa o aveva capito male?? “Ehm… tu???” disse con un sorriso di scetticismo. “Che cosa vuol dire questa risata??Non sono forse una ragazza?? Credi che non abbia anche io un paio di tette come tutte le altre??”. Stava per rispondere ‘in effetti guardandoti bene ho qualche dubbio’ ma gli uscì un più educato “certo ma non ...
«1234...11»