1. IUS PRIMAE TROMBATA- JACK E LA CALDA E MATURA SIGNORA McKENSY(PRIMA PARTE)


    Data: 13/01/2021, Categorie: Etero Autore: strapps, Fonte: RaccontiMilu

    ... quaranta. Il volto era giovane ma il corpo pesante, vecchio. Mi spogliò con rapidi gesti, come se fosse abituata da sempre, mi indicò la vasca. Entrai, era calda e piacevole, Mamita iniziò a lavarmi. Passava spugna e sapone grosso sul m io corpo. Subito l’acqua limpida e fumante si colorò di marrone, di sudore, di polvere. Mi vergognai ma lei sorrise appena e mi fece segno di non preoccuparmi. Passò la sua spugna ovunque, sul collo, il petto, le spalle, il volto, fra gli orecchi, fra i piedi, le gambe. Mi pulì ovunque. E intendo anche lì. Con fare esperto mi pulì il pene e il sedere. Non mostrava stupore o fatidio. Era la prima volta che una donna mi toccava là giù. Ero bello. Mi eccitai. Lei non si scopose. Finì di pulirmi il cazzo che si inorgogliva e poi mi accarezzò la testa, come una mamma. Mamita mi lavò con cura, poi mi fece uscire dalla vasca ‘ dove ero stato da Signore ‘ quindi mi rivestì con un completo marrone a righe, una camicia azzurra con fregi rossi, scarpe di cuoio e un papillon rosso. Mi dette un cappello e mi mostrò allo specchio. Cavolo ero proprio un figurino. Vestito come un principino mi sentivo felice e ridevo fra me.
    
    Miss Clumbe venne a prendermi. ‘Oh, stai bene! Alla Signora McKensy piacerai di sicuro, ragazzo!’ disse e mi condusse in un ampio salone pieno di tappeti, quadri, arazzi, spade, teste di alce impagliate e un camino acceso. ‘Siediti qui e aspetta, Lei arriverà fra poco..’ disse e uscì dal salone. Rimasi seduto in atteso. Ero curioso e impaurito. Ero eccitato e confuso. I miei genitori mi avevano venduto ad una donna! Stavo per sposarmi? Una nuovissima vita!?! passarono lunghi minuti. Molti, non saprei quanti.
    
    Poi una porta si aprì e dei tacchi femminili solcarono il pavimento. Mi alzai intimorito. Lei apparve. Era una donna alta, bianca, vestiva un abito strettissimo in vita a quadretti rossi e bianchi. Una massiccia cintura di pelle le stringeva la vita dando all’aspetto una scioltezza leggiadra e sensuale. Sopra la cintura di pelle marrone, si presentava un seno grosso nel vestito. Due tettone enormi, gonfie, calde, matronali mi estasiarono. Il volto era bello: lucido, un naso fine, occhi azzurro ghiaccio, bocca sottile e larga tutta colorata di rosso. Ero meravigliato. Il volto rivelava un’età avanzata, oltre i conquanta, se non di più’.ero stupito. Tremavo. Deglutivo. Lei sorrise. ‘Oh, Jack mio’.che carino che sei…avvicinati! Vieni qua da me!’..bravo’.che carino…sei elegante vestito così, aveva ragione Miss Cumble…proprio un damerino come piace a me..’
    
    Ero vicino a lei. Vicinissimo. Il suo profumo era forte. La guardai. Prima le tette enormi strizzate nel vestito. Poi gli occhi, la bocca. Forse aveva 60 anni! Ma diamine! Era sexy e bellissima. Lei sorrise ancora. ‘Dammi un bacio, sciocchino!’ e mi prese la faccia e mi dette un casto bacietto sulla bocca. Appena sfiorandomi. Ero felicissimo- eccitato! Il suo profumo era ottimo, mi inebriava, mi conturbava. La sua bocca truccata accendeva la mia ...
«1...3456»