1. Al villaggio naturista part 1


    Data: 15/09/2020, Categorie: Etero Autore: robydany54, Fonte: Annunci69

    ... particolareggiata a tutti della sua fica irta di peli straripanti leggermente invadenti sulle cosce e tra le chiappe. Per me visione paradisiaca, da grosso estimatore del pelo me la sarei leccata tutta a fuoco lento, fica, cosce con annesso buco del culo, ma non era possibile.Quella visione però mi costrinse senza indugio a mettermi a pancia sotto onde evitare magre figure sia con i ragazzi oramai grandicelli che con i vicini. Rimasti soli dopo che i ragazzi con altri coetanei se ne erano andati in piscina, noi due rimanemmo al sole come due salamandre a goderci il circondario. Non passò molto tempo che fummo agganciati da una coppia di coetanei . I due Antonio e Marisa si mostrarono all'istante cordiali e disponibili .Iniziammo a parlare ed osservandoli meglio, non potei non notare la deliziosa fichetta di Marisa completamente depilata tutta nuda quasi indifesa in bella mostra che allargandosi per i vari spostamenti faceva trasparire tra le sue rosee labbra la candida e sporgente clitoride. Immediatamente mi accorsi che entrambi scrutavano avidamente Luisa non staccandole mai gli occhi di dosso , orientando le loro preferenze sulle abbondanti poppe e sulla fica gremita di pelo scuro. Stremati dal gran caldo decidemmo di fare un bel bagno nella limpida acqua del mare. Le prime a gettarsi in acqua furono Luisa e Marisa seguite a stretto contatto da noi . Dato la limpidezza cristallina dell’acqua sguazzando sott’acqua con la maschera, mi godetti il celestiale spettacolo che mi si offriva a pochi metri , nuotando a rana le due femmine dimenando le gambe mostravano in primo piano particolareggiato, le loro grazie nascoste, schiuse come due frutti di mare ; Marisa totalmente glabra ostentava i suoi due pertugi liberi da ogni diaframma al contrario la mia signora esibiva in bella mostra la sua fluttuante peluria che lasciava a malapena intravedere la vagina ed il buco del culo. Era destino che il cazzo non mi si dovesse mai abbassare. Raggiungemmo con una sana nuotata una chiatta con altri villeggianti e vi salimmo sopra .Luisa in poco tempo era divenuta un'altra, tutti i suoi timori le sue ansie i suoi tabù si erano dissolti all’orizzonte come neve al sole, con enorme disinvoltura ostentava le sue tonde chiappe ed i suoi prosperosi seni atteggiandosi e chiacchierando con le varie persone incurante della adamica circostanza. Poco dopo ce ne tornammo sulla battigia e da lì ci dirigemmo alla piscina a recuperare i due figlioli. Li trovammo completamente a loro agio che ridevano e scherzavano con altri coetanei attorno ad un videogioco. A fatica riuscimmo a distoglierli per pranzare , si erano tranquillamente adattati alla nuova situazione integrandosi alla grande, Emma che essendo veramente molto bellina aveva già mietuto la sua prima vittima in un coetaneo che non le toglieva gli occhi di dosso, riempiendola di attenzioni; il fratello non da meno, si era dato da fare con una roscetta veramente deliziosa . Giunti a destinazione tutti indossammo qualcosa ...