1. Al villaggio naturista part 1


    Data: 15/09/2020, Categorie: Etero Autore: robydany54, Fonte: Annunci69

    ... corta per Roma, qui al contrario molto casta, una camicetta a righe e le solite scarpe da tennis, convinta di fare colpo . Dopo avergli elargito una cospicua somma di denaro, per i vari intrattenimenti e non ultimo per cenare , i due si dileguarono tra le sfavillanti e colorate luminarie ,contrasatate solo da una meravigliosa distesa di acqua ed un cielo stellato da trip. Ci eravamo da poco seduti sui gradini del teatro per goderci lo spettacolo allestito per la serata, quando fummo raggiunti dai nostri amici conosciuti sulla spiaggia che felicissimi di rincontrarci ci si misero accanto ed assieme ci godemmo lo manifestazione fino alla fine. Essendosi fatto tardi preoccupati per i ragazzi dopo esserci congedati dai nostri amici , ci affacciammo nella discoteca per trovarli : un vero e proprio girone dantesco con tanto di diavoli e diavolesse. Tra suoni assordanti luci potentissime e ragazzi urlanti iniziammo la ricerca. D’un tratto mi parse di avere una visione forse i vari fumi circolanti per la sala mi avevano suggestionato procurandomi delle allucinazioni , tra la folla scorsi un mio carissimo amico di vecchia data che non vedevo da anni ; assieme eravamo andati in Olanda in moto negli anni 70’ spassandocela alla grande.Riconoscendomi si attivò subito nel venirmi in soccorso ,altri non era che l’organizzatore del locale , quindi stoppando immediatamente gli assordanti rumori tramite megafono mi fece fare l’annuncio alla ricerca dei due sciagurati . Pochi minuti e furono rintracciati. Tutti e quattro ce ne tornammo a casa per il meritato riposo, erano pure le tre del mattino . Luisa vogliosa più che mai, non perse l’occasione di dimostrarmelo regalandomi uno spettacolino alquanto insolito: dopo aver chiuso la porta a chiave , si distese sul letto tutta nuda, senza neppure detergersi il sudore dato il gran caldo ed iniziò il suo show, tastandosi morbosamente i seni e palpeggiandoli tutti nella loro circonferenza infierendo con le dita sui turgidi e grossi capezzoli; lentamente calando le mani lungo il corpo teso si prodigava accarezzandosi le cosce spalancate sconfinando talvolta al loro interno in concomitanza delle carnose labbra vaginali gonfiatesi per la voluttà ; vedevo la mano scorrere e tintinnare dolcemente la piccola e preziosa perla lucida al centro della superba vagina, non contenta contemporaneamente si era introdotta inizialmente due dita che col passare del tempo aumentarono fino ad accogliere tutta la mano dentro, preparandosi lentamente ed intensamente a dare il meglio di se concedendomi la visione privilegiata del suo prestigioso orgasmo. Non potendone più mi avvicinai e come d’incanto mi esortò a scoparla nella bocca, pratica a lei molto gradita e svolta sempre in modo magistrale; risucchiato come da una turbina arrivando al fondo gola senza intoppi per alcuni lunghi istanti mi godetti la lingua carnosa che spalmandosi attorno alla cappella ne stimolava l’estremità, con piccoli ma precisi movimenti, che ben presto sfociarono in ...