1. Al villaggio naturista part 1


    Data: 15/09/2020, Categorie: Etero Autore: robydany54, Fonte: Annunci69

    ... di pratico onde evitare imbarazzi inutili, ci stavamo appena adattando alla nuova situazione : era il colmo fuori casa in pubblico stavamo nudi, in casa nella nostra intimità ci vestivamo; Luisa dopo essersi avvolta con un pareo trasparente si dedicò ai fornelli preparandoci dei succulenti manicaretti. I ragazzi mangiarono di fretta e subito si dileguarono smaniosi di raggiungere i loro nuovi compagni, la novità li aveva coinvolti rendendoli più cordiali , insomma felici. Finalmente solo con tale splendore di femmina ,la mia bella e paffutella mogliettina resa ancora più desiderabile per la spregiudicatezza sfoggiata poco prima al mare ,desideroso di averla stringerla a me, senza esitare, la presi e dopo averla adagiata a 90 gradi sul tavolo ancora in disordine, sollevandole l’esiguo velo con prepotenza la penetrai da dietro, trovando nella vagina un vero e proprio fiume in piena . Preso dall’impeto afferrandola per le enormi poppe umide di sudore iniziai a farle sentire tutta la potenza del mio cazzo, sprofondando alla grande dentro di lei catturando tutto il suo ardore e la sua voglia primordiale di un maschio ; il suo corpo voglioso mai sazio ne chiedeva spudoratamente sempre di più, non accontentandosi ,urlava e si agitava come non mai ,arrivando celermente ad un portentoso e fragoroso orgasmo. Seppure in ritardo venni dentro la sua fica spruzzandole tutta la mia sborra non curante di ingravidarla per la terza volta. Erano anni che stavamo assieme, ma una simile situazione non si era mai verificata ; alcune volte dato la sua congenita secchezza vaginale dovevamo ricorrere a creme specifiche per una corretta lubrificazione. Probabilmente la novità l’aria dissoluta e diciamolo dannunziana aveva influito benevolmente sul suo fisico ed i suoi ormoni. Passammo il resto del pomeriggio alternandoci tra la piscina vuoi per dare un occhio ai ragazzi seppur grandi ma sempre ragazzi . La sera stessa, uscimmo per usufruire delle varie iniziative del club: spettacoli vari , bar h24 chioschi che vendevano di tutto ristorante pizzeria, ed una sorta di anfiteatro romano dove si esibivano dei gruppi folcloristici e per finire una discoteca per ragazzi. Giunti in loco ci accorgemmo nostro malgrado di aver toppato alla grande come si dice a Roma; eravamo gli unici quattro scemi con le grazie all’aria; sorpresa delle sorprese, tutti i villeggianti erano vestiti di sana pianta. Il nudismo funzionava solo di giorno la sera pure per l’escursione termica, tutti si agghindavano ostentando le varie griffe con atteggiamenti boriosi.
    
    Ritornati ma questa volta vestiti, ci godemmo tranquillamente tutto quello che ci si offriva soffermandoci sulle attrattive più consone ai nostri gusti . Dopo poco i ragazzi stanchi di stare con noi,ci chiesero il permesso di andare per conto loro con i loro amici specialmente Emma non era più nella pelle per rincontrare il ragazzetto che le faceva il filo, si era vestita con cura, in modo casual , per l’occorrenza: una gonna jeans molto ...