1. Io e flò: dalla fantasia al concretizzare


    Data: 19/09/2017, Categorie: Scambio di Coppia Autore: Zindo, Fonte: Annunci69

    Questo è il seguito al racconto “Io e Flò: il primo incontro” pubblicato nella sezione ”Lui e lei”
    
    Era già da un po' di tempo che io e Flò parlavamo di allargare il nostro rapporto a terze persone. Inizialmente lo avevamo fatto scherzando, tanto per giocare ad eccitarci con le fantasie erotiche; dopo le fantasie sono diventati desideri, peraltro condivisi e non tenuti nascosti e infine veri e propri progetti da mettere a punto e da realizzare.
    
    Eravamo d'accordo tra noi due?
    
    Non del tutto, solo su un punto: sul far entrare e solo occasionalmente, una terza persona nel nostro ménage.
    
    Andando nei dettagli però emergevano il divergente significato che ciascuno di noi due dava all'espressione “terza persona”. Io immaginavo una donna, Flò un uomo.
    
    Per convincere l'altro, ognuno di noi due decantava, fantasticando a voce alta proprio per esercitare l'opera di convincimento, il ventaglio di possibilità che offrivano le due diverse “formazioni” del triangolo.
    
    Non so cosa succedesse dentro la testa di Flò in quel periodo, certamente so che lei riuscì ad influenzare me e non di poco.
    
    Il mio sogno iniziale di vedermi coccolato da due donne come un sultano tra due sue odalische non si è mai offuscato ma ad esso Flò è riuscita a farmi affiancare altre probabilità.
    
    Per esempio quando mi disse che se ci si limitava ai soli giochi erotici senza rapporti completi forse con due donne me la sarei cavata alla grande ma che avrebbe voluto divertirsi quando poi, andando al dunque, avrei avuto difficoltà a scoparne due, arrivando a dire, ridendo come se si divertisse un mondo, che forse avremmo dovuto procurarci prima un dildo o un pene finto, così che in caso di eventuale cedimento (veramente lei disse “probabile” non “eventuale”) del mio pene potevo procedere con ..quel surrogato.
    
    Le dissi, con tono divertito, che avrebbe potuto essere una soluzione e lei, scaltra a cogliere l'occasione per tirare acqua al suo mulino mi fece notare:: “Vedi che lo ammetti anche tu? Un solo cazzo non basta, ce ne servono due. Perché ricorrere ad uno finto quando si potrebbe averne uno vero accogliendo un uomo e non una donna?”
    
    “Caso mai -dissi io- una donna ed un uomo...e NON un uomo al posto di una donna”
    
    “Sarebbe un'idea”
    
    Cominciammo così a prendere in considerazione l'aprire il nostro rapporto non ad una persona ma ad una coppia. Anche questa volta per scherzo all'inizio e un poco più seriamente dopo.
    
    Il tempo passava, le fantasie aumentavano, ma in concreto non succedeva mai niente. Anzi ogni volta che stavamo per deciderci a fare il gran passo subito emergevano altre divergenze tra me e lei.
    
    Per esempio io ero orientato verso persone sconosciute, da andare a cercare in luoghi dove nessuno potesse riconoscerci o magari cercando anche sulla rete internet tramite siti come questo.
    
    Flò non si fidava degli sconosciuti ed avrebbe preferito persone già frequentate abitualmente, di cui potersi fidare.
    
    Però se le chiedevo di farmi esempi ...
«1234...»