1. La prima trasgressione non si scorda mai.


    Data: 17/11/2020, Categorie: Prime Esperienze Autore: pennabianca, Fonte: Annunci69

    Mi chiamo Carla, e sono sposata con Luca da oltre 25 anni. Luca è un uomo speciale, marito affettuoso, dolce e premuroso, ma a letto è un maiale senza rivali. È alto uno e 80, fisicamente un po’ sovrappeso, perché ama indugiare a tavola come ha letto, intimamente depilato, ha una dotazione normale che sa usare molto bene. Io invece sono alta uno e 75, capelli biondi a caschetto occhi azzurri quarta di seno, ho saputo con il tempo vincere la mia timidezza ed essere oggi una brava moglie, e una degna compagna di un maschio come Luca. Abbiamo due figli grandi che hanno intrapreso la loro strada nella vita e quindi oggi ci rimane molto tempo libero che dedichiamo ai piaceri della vita. Vivere insieme a Luca mi ha insegnato ad avere più fiducia in me stessa, e lentamente ho imparato ad assecondare i suoi desideri che poi in fondo hanno portato alla luce la troia che c’è in me. Amante dei lunghi preliminari Luca è un ottimo linguista che sa portarmi all’apice del piacere e poi quando mi possiede è un maschio virile e duraturo ne consegue che a sua volta ama essere succhiato a lungo per questo con il tempo ho affinato la mia tecnica di sesso orale e quando lui mi definisce una “magnifica pompinara,” la cosa mi riempie di gioia. Mi piace molto essere posseduta da lui che sa portarmi più volte all’apice del piacere. Con un uomo così anche il mio lato B ha ricevuto le dovute attenzioni, e se all’inizio la cosa mi lasciava un po’ indifferente, con il tempo ho imparato ad apprezzare il piacere del sesso anale e tuttora oggi, dopo una lunga scopata amo sentire il suo membro che mi inonda di calda crema il mio culetto. Con il tempo la sua pazienza, ha saputo far emergere anche la mia vena esibizionista ed oggi amo vestirmi in maniera sexy e provocante con indumenti attillati, mini vertiginose, e scarpe dal tacco proibitivo. Mi piace molto muovermi in mezzo alla gente e sentirmi osservata, desiderata e vedere lo sguardo di piacere che tutto questo provoca in mio marito. L’estate al mare sono anche riuscito a mettermi nuda.
    
    Lui avrebbe voluto che io mi lasciassi andare a qualche gioco molto spinto, ma la presenza di troppi maschi, troppi occhi troppa gente tutta insieme, ha provocato in me un certo blocco che non mi ha permesso di vivere una nuova emozione, o di coinvolgere altre persone anche se lui mi aveva fatto capire che l’avrebbe gradito. Ma come accade il destino mischia le carte e spesso ti offre una mano vincente quando meno te l’aspetti. Per noi è successo circa tre anni fa. Era un pomeriggio piovoso, sembrava cadesse giù il cielo. Eravamo rimasti imbottigliati dentro l’auto in panne, mentre cercavamo di guadagnare qualche km sulla strada che conduceva verso casa nostra, con una manovra azzardata a motore spento, abbiamo fatto appena in tempo a toglierci dalla densità di traffico, causato dall’acquazzone. Cercando di trovare aiuto telefonando sia al nostro meccanico di fiducia e non so a quante altre persone, tutto veniva vanificato, in quanto i ...
«1234...»