1. Matilde 02-11 - il ritorno di debra


    Data: 16/11/2020, Categorie: Lesbo Autore: Alex46, Fonte: Annunci69

    Siamo così arrivati alla seconda metà di dicembre. Non sono le condizioni migliori per potersi concentrare nel lavoro, perché mancano pochi giorni all’inizio delle vacanze di Natale e, come ogni anno, per noi è questo il periodo più duro.
    
    In ufficio sono tutti presi in modo da non potersi concedere neppure un respiro. Ma io non mi lascio prendere da questo nervosismo, ho altro cui pensare.
    
    Sono infatti circa tre mesi che il nostro trio stupendo si è sciolto. In memoria, negli occhi e nel cuore ho ancora il bellissimo rapporto che Michele, Debra e io avevamo, settimane libere e spensierate nel paradiso dei sensi e dell’amore.
    
    A volte ho l’impressione che senza Debra tutto si sia rimpicciolito a una dimensione quasi provinciale, casalinga, anche se comunque fuori del comune, perché comunque Michele è fuori del comune e io e lui ci amiamo.
    
    Dopo la telefonata fatta da me e Michele insieme in cui ci aveva trattati male, non avevamo più insistito. Poi però le avevamo scritto la lettera.
    
    E, meraviglia, dopo una o due settimane ci è arrivata una cartolina, il che mi ha fatto sospettare che ci fossero dei cambiamenti, lenti ma possibili. Se penso che, dopo il piccolo trasloco fatto da Debra, i due non si erano praticamente più sentiti, questo è già un grosso successo.
    
    Non si manda una cartolina a chi hai appena finito di mandare affanculo se non è cambiata almeno qualcosina.
    
    Allora ho preso il coraggio a quattro mani e ho invitato Debra per un weekend, approfittando dell’assenza per lavoro di Michele. L’ho fatto per e-mail, mi sembrava il sistema più indolore.
    
    Non avrei potuto sopportare due giornate intere in perfetta solitudine, magari dedicandomi agli acquisti natalizi, con il pensiero opprimente della mancanza di Debra.
    
    Con sorpresa lei ha accetta il mio invito, con una e-mail di risposta gentile e premurosa. Se non altro la rivedrò. L’appuntamento è a casa mia, anche se ora io vivo assieme a Michele.
    
    Sabato, di primo pomeriggio, arriva, come fosse la prima volta, quella di agosto. Non è cambiata, mi sembra anzi ancora più bella e il rivederla mi provoca un tuffo al cuore.
    
    - Come stai?
    
    - Bene, e tu? – ma vorrei dirgli “male, senza di te”.
    
    Non abbiamo programmi precisi, il clima tra noi si avvia subito a essere un po’ formale, così distante dalle risate di una volta, ma tutto sommato più cordiale del previsto. Forse ci stiamo annusando.
    
    Abbiamo subito deciso di dormire assieme in camera mia, dopo i complimenti del divano tu, divano io, ma la nostra somiglia a una fuga, un’ultima fuga prima dell’arrivo del freddo.
    
    È pomeriggio, dopo il caffè ci siamo immerse nelle nostre chiacchiere, all’inizio solo qualcosa di più del più e del meno.
    
    In casa fa caldo, il riscaldamento centrale ci da dentro. Con la massima naturalezza Debra si spoglia del golfino e della camicia fino a rimanere in topless, mettendo in mostra un’abbronzatura ancora superba, quasi integrale, con un leggero segno più chiaro in corrispondenza ...
«1234»