1. Mia cugina


    Data: 15/09/2020, Categorie: Etero Autore: elisir1, Fonte: Annunci69

    Vorrei raccontarvi di un episodio che vede protagonisti me e mia cugina Ilaria (nome di fantasia, ovvio).
    
    Dobbiamo tornare indietro nel tempo fino ai primi anni ottanta.
    
    Io e Ilaria siamo coetanei e all'epoca eravamo poco più che ventenni.
    
    Ci ha sempre uniti un legame profondo in quanto fino all'adolescenza i tre mesi di vacanza dalla scuola nonché il periodo natalizio li trascorrevo da nostra nonna sul lago insieme ai miei cugini.
    
    Succedeva anche che più volte all'anno quando capitava l'occasione fosse lei a venire a trascorrere qualche giorno in collina dai mie genitori.
    
    Passata la pubertà i cambiamenti che ne conseguono ci hanno portato a frequentarci di meno ma questo non ha intaccato il legame che tutt'ora ci unisce.
    
    Ilaria ha sin da piccola coltivato la passione per la moda e ciò che vi gravita attorno.
    
    Le prime esperienze lavorative l'hanno vista fare la ragazza immagine in qualche discoteca per poi passare alle pubbliche relazioni.
    
    Nel periodo in cui si svolge la vicenda che sto per raccontare aveva trovato lavoro presso un'importante casa di cosmetici con il compito di rappresentante.
    
    Questa sua occupazione la portava a girare gran parte del nord Italia e quando doveva coprire la zona che comprendeva anche la provincia dove abitavo con i miei genitori veniva a stare da noi e si fermava sempre 5 o 6 giorni.
    
    In una di queste occasioni , eravamo all'inizio dell'estate in una giornata in cui non aveva appuntamenti con i clienti mi disse che le sarebbe piaciuto fare un book fotografico , niente di professionale , qualcosa per lei che magari le sarebbe anche potuto venire utile in futuro.
    
    Sapeva che avevo la passione per la fotografia per cui mi chiese se potevo farle qualche s**tto.
    
    Accettai entusiasta e scelsi come set per il servizio le rive del fiume po che scorre a pochi chilometri da dove vivo e che conosco molto bene.
    
    Decisi per una spiaggia sabbiosa delimitata dal corso del fiume da una parte e da una fitta boscaglia dall'altra.
    
    Ci mettemmo sulla spiaggia ai margini del bosco nei pressi di una radura.
    
    Era una mattina di sole con una leggera brezza che rendeva sopportabile la calura della stagione estiva da poco iniziata.
    
    Mentre io preparavo la mia reflex ed i vari obbiettivi Ilaria si andò a cambiare dietro ad un cespuglio poco distante.
    
    Aveva scelto degli indumenti che dessero un tono divertente alla scena così si presentò indossando un costume intero nero , sopra di esso una giacca estiva da uomo molto leggera e nera anch'essa ed un paio dei miei boxer.
    
    Immaginatela ventenne alta un metro e settanta , snella , capelli lunghi biondi , occhi verdi un viso ovale dai lineamenti gentili , due labbra carnose ben disegnate , seni alti e sodi fatti a pera gambe con caviglie sottili che salivano armoniosamente alle cosce tornite fino ad un culetto a mandolino che era una delizia. Avrebbe potuto indossare qualsiasi cosa che avrebbe comunque fatto la sua figura.
    
    Ora ammetto che , anche ...
«1234»