1. L’intreccio – Capitolo 32 – La confessione


    Data: 15/09/2020, Categorie: Erotici Racconti Etero Autore: Maturo61, Fonte: RaccontiMilu

    Tutte le sere di quella settimana andai regolarmente a prendere Miriana sotto casa, aspettavo che scendesse e poi trascorrevamo tante ore insieme però poi andava a dormire a casa sua, aveva delle pratiche da sbrigare e doveva essere autonoma con la sua auto. Si avvicinava il periodo delle ferie da trascorrere insieme. Avevamo prenotato un hotel con la forma all inclusive in montagna in modo da trascorrere quei pochi giorni in assoluto relax. Era anche una prova di convivenza per saggiare se fosse possibile.
    
    Una sera prima di partire eravamo in macchina sotto casa sua a parlare. Noi parlavamo tanto e spesso e questa comunicazione era alla base del rapporto che stava nascendo. Le chiesi se si stesse innamorando di me anche perché io era sulla strada giusta per farlo, mi rispose che ancora non lo sapeva ma che stava iniziando a sentire qualcosa che mai aveva provato prima.
    
    Le confidai i miei più intimi segreti e lei fece lo stesso: lo aveva già fatto raccontandomi delle sue esperienze prima di conoscermi. Mi disse per esempio che in casa sua, anche per la presenza di Ilaria, non aveva mai fatto entrare nessun uomo. Spinto da queste confessioni mi sembrò giusto affrontare l’argomento donne.
    
    Volevo che il nostro rapporto fosse basato sull’assoluta lealtà e sulla massima trasparenza. Sapevo ed ero cosciente che potevo affrontare un argomento spinoso, ma confidavo sulla sua intelligenza. Miriana, fra tutte le donne con cui avevo avuto rapporti, si stava rivelando una donna fuori dal comune. Avevo la sensazione che in futuro mi avrebbe supportato e sopportato. Io avevo bisogno di una donna che camminasse al mio fianco non che la dovessi inseguire o che mi facessi inseguire sfatando la frase fatta che in amore vince chi fugge. Mi sembrò, allora, giusto e corretto iniziare a raccontare delle mie esperienze ed iniziai il lungo elenco delle donne che avevano avuto rapporti con me. “La prima esperienza sessuale la ebbi con Erica, avevo 16 anni. Pensa era talmente esperta, nonostante avesse un anno meno di me, che per non rimanere incinta mi donò il culo” “cioè fammi capire, non hai scopato normalmente?” mi chiese lei. “no, Miriana la mia prima volta fu un rapporto anale” “Caspita!” esclamò. La nostra storia durò, fra alti e bassi, 18 mesi poi un giorno mi disse che era incinta, e non era vero, la notizia mi schifò talmente tanto che mi rinchiusi in me stesso e quindi facevo casa e scuola, scuola e casa fino alla morte di mia nonna. Lì ci fu una parentesi con una mia cugina, Letizia, che si fece scopare nel letto di uno zio in comune” “Addirittura con una cugina?” “La carne non conosce parentela” risposi “poi proseguì il mio periodo di isolamento e giunti in prossimità dell’esame di maturità conobbi Rina, quella che poi sarebbe diventata mia moglie. La sposai troppo presto e non ne ero innamorato, ero immaturo come lei e immediatamente nacque mia figlia Sonia. Il problema dell’immaturità ci portò ad avere due visioni diverse della vita e mentre io ...
«1234...9»