1. L’intreccio – Capitolo 32 – La confessione


    Data: 15/09/2020, Categorie: Erotici Racconti Etero Autore: Maturo61, Fonte: RaccontiMilu

    ... viaggiavo ad una velocità lei ne viaggiava ad un’altra. Sul piano sessuale le cose non andavano bene e dopo lo slancio iniziale il desiderio venne sempre meno fino ad ignorarci. Ciò nonostante non la tradii mai a meno che non vogliamo considerare un tradimento qualche bacio con la lingua con qualcuna che bazzicava la mia attività. E dire che in quel luogo ne girava parecchia di figa. Dopo 20 anni, esasperato da una situazione che si protraeva stancamente iniziai a guardarmi intorno fino al punto che mi beccò un sms con Porzia. Porzia l’avevo conosciuta in una chat. Erano le prime chat che giravano nel nascente internet. Porzia era di una città del centro Italia e ogni 15 giorni andavo a trovarla. Fu una relazione complicata e nonostante il sesso dopo 6 mesi decidemmo di troncare ma nel frattempo ebbi un altro paio di relazioni di solo sesso con Marzia e Lavinia. Marzia la scopai una sola volta in macchina e invece Lavinia la andai a trovare in una città del Nord Est con cui passai tutta la notte. La chat era un buon viatico per rimorchiare e fu così che conobbi anche Antonella, una ragazza molto più giovane di me, un po’ sovrappeso con cui giocai un paio di volte. Erano tutti, diciamo, rapporti occasionali nessuno voleva coinvolgimenti sentimentali. Fu così anche per Raffaella, una donna del Sud trapiantata al Nord. Ma non ero soddisfatto: avrei voluto una relazione più stabile e quindi scaricata una andavo alla ricerca di quello che mi mancava. Conobbi allora Fabiana che era sposata e qui il coinvolgimento fu molto alto ma pose la condizione che non avrebbe mai lasciato il consorte. Era particolarmente trasgressiva al punto tale che una mattina, dopo aver fatto sesso durante la notte, quando si svegliò, iniziò ad armeggiare con il cellulare e al mio sguardo di stupore mi disse di attendere un attimo e chiamò il marito, che conoscevo per averlo visto in una cena di chat, ci parlò un attimo e poi me lo passò. E mentre io incredulo parlavo con lui, lei prese a farmi un sontuoso pompino” “ma dai” mi interruppe Miriana. “Non ti sto prendendo in giro è la verità” risposi. “Continua, ti prego” mi sollecitò Miriana “Dunque, eravamo rimasti a Fabiana. Ovviamente Fabiana non poteva darmi quello che volevo, essendo sposata, e quindi la mia ricerca continuò e così conobbi Daniela di una città del centro Italia, una ex ballerina poco più grande di me che venne nella mia città. Appena la portai a casa si sedette sul letto mi attirò a sé ed iniziammo a limonare spogliandoci reciprocamente una volta nudi le leccai la fica e quando fu pronta la penetrai. Non so cosa le fosse preso ma ad un certo punto mi piantò le unghie delle mani nella schiena e mi fece un male terribile al punto tale che la girai la presi alla pecorina e iniziai sculacciarla e più la sculacciavo pesantemente più voleva che lo facessi” “Ahahahahah” rise Miriana “c’è poco da ridere mi fece un male boia” “dai prosegui…. Ma quante sono? Ce n’è ancora?” “sì, Miriana. Nel frattempo che mi tampinavo ...
«1234...9»