1. Week-end a Milano


    Data: 10/01/2021, Categorie: Lesbo Sensazioni Autore: Pammy78, Fonte: RaccontiMilu

    Eccola lì, dinnanzi a me: Daniela.
    
    Indossava un abitino blu notte smanicato, un cinturino dello stesso colore con una fibbia dorata e un paio di sandali gialli che conoscevo bene. Dalla spalla destra cadeva una borsetta abbinata alle scarpe. Il viso era parzialmente coperto da un paio di occhiali da sole che comunque non celavano il sorriso aperto e sincero.
    
    – Ti trovo davvero bene – le dissi.
    
    – Grazie!! Tu sei… giovane!
    
    – Non cominciare…
    
    – Va bene, va bene!
    
    C’incamminammo verso l’auto, lei faceva strada e io la seguivo col trolley. Indossavo un paio di jeans, una maglietta nera degli U2 con stampa dell’album Rattle and Hum e un paio di Gazelle Adidas nere.
    
    Misi la mia piccola valigia nel portabagagli della sua Honda e ci sedemmo. Mentre uscivamo dal parcheggio ricominciammo a chiacchierare.
    
    – Lo ammetto: non mi sarei mai aspettata di vederti qui a Milano.
    
    – Sai, mia cugina erano anni che mi chiedeva di venirla a trovare e così ne ho approfittato per incontrare anche te…
    
    – Sei stata carina, mi spiace solo che non vieni a stare da me.
    
    – Dai, Alessandra m’invita qui e vengo a stare da te? Poi tuo marito vive ancora lì, non voglio creare situazioni surreali visto che dorme nella stanza degli ospiti.
    
    – Lo so… gliel’avessi detto sarebbe tornato a dormire in camera da letto solo per mantenere le apparenze. Hai ragione, però…
    
    – Però? – voltandomi a scrutarla.
    
    – Be’, mi avrebbe fatto piacere ospitarti…
    
    Sorrisi guardando fuori dal finestrino.
    
    – Dove mi porti di bello?
    
    – Pensavo di lasciare la macchina a casa e poi fare una passeggiata sino al Parco Sempione e da lì spostarci al Castello Sforzesco. Non sono lontani rispetto a dove abito, poi è ancora presto e non c’è per niente afa.
    
    – Va bene, ci sto! Le altre volte che son stata qui a Milano non sono mai andata al Sempione o allo Sforzesco, finalmente li vedrò!
    
    – E dove sei stata?
    
    – Ovviamente in piazza del Duomo e dintorni più volte, son stata anche a Brera e alcune sere sul Naviglio e alle colonne di San Lorenzo.
    
    – Dai, un po’ hai girato.
    
    – Sì, un pochino. Ma son sempre rimasta poco, in genere dei fine settimana in primavera.
    
    Arrivammo a casa, parcheggiò la Jazz grigio metallizzata e salimmo per lasciare su il trolley.
    
    – Tuo marito non c’è?
    
    – No, spesso esce la mattina presto e torna dopo cena. Non gli faccio domande…
    
    – Almeno evitate discussioni…
    
    – Vero, anche se parliamo più ora che mesi fa!
    
    Continuava a fissarmi, a tormentarsi le mani.
    
    – Che c’è?
    
    – No, niente…
    
    – Va bene… Posso darmi una rinfrescata?
    
    – Sì, certo, seguimi…
    
    Entrai in bagno, mi sciacquai il viso senza alcun segno di trucco e mi guardai attorno:
    
    – Dove mi asciugo?
    
    Entrò e mi porse un asciugamani bianco preso da un mobiletto.
    
    – Grazie, ci voleva proprio!
    
    – Faceva caldo sull’aereo?
    
    – No, è che con gli sbalzi di temperatura – fuori, dentro, fuori – ti ritrovi con la pelle che sembra appiccicosa!
    
    – Vero! Vuoi qualcosa di ...
«1234...10»