1. Una scommessa che non dovevo perdere (5)


    Data: 01/01/2021, Categorie: Masturbazione Prime Esperienze Trans Autore: borntoride63, Fonte: xHamster

    Segue dalla parte 4
    
    Ero uscito dall'ufficio già da un po' di tempo, e stavo per arrivare a casa. Mentre guidavo pensavo a cosa era successo nei giorni precedenti, e mi preparavo a quello che sarebbe avvenuto questa sera.
    
    In effetti era da tutto il giorno che ripensavo a quanto avvenuto nei giorni precedenti. Ripensavo alle sensazioni provate, alla sorpresa della scoperta di nuove emozioni, che fino a tre giorni prima ritenevo fossero per me impossibili.
    
    Ogni tanto affioravano dei termini poco piacevoli. Se qualche giorno fa un amico mi avesse raccontato di avere vissuto delle situazioni come le mie, le prime definizioni che mi sarebbero venute in mente erano "ricchione". Magari "culattone". Parole che derivavano dalla cultura che mi era stata trasmessa, ma vivere di persona certe emozioni mette in discussione anche la tua cultura.
    
    Mi chiedo se non debba usare queste parole anche per descrivere me... ma ora le trovo totalmente fuori luogo, ma non riesco a metterne a fuoco il motivo. Ho toccato un sesso maschile, l'ho baciato, leccato, succhiato. Sono stato penetrato, direi anche sverginato. L'ho sentito godere nelle mie mani prima, dentro di me dopo. Vorrei dare una definizione a tutto questo, ma non ci riesco. Le parole che mi vengono in mente sono intrise di negatività e le trovo sbagliate. Sbagliate per me e anche nei confronti degli altri.
    
    Capisco che sono sbagliate alla partenza: l'errore è volere dare una definizione, soprattutto se negativa.
    
    Ho scoperto che mi piace il sesso, direi a 360 gradi. Mi piace dare e ricevere piacere. Senza filtri, senza limitazioni di sorta. E non ci trovo nulla di male o di negativo.
    
    Sento ancora dentro di me il piacere di avere fatto godere Giulia, di averla sentita venire dentro di me. E il ricordo del mio orgasmo con lei mi eccita.
    
    Ripenso a questa notte, quando mi sono svegliato, e ho sentito chiaramente il pizzo del perizoma che si strofinava contro il mio sesso. Era in erezione, e quando ci ho messo sopra la mano, l'ho sentito attraverso il pizzo. Una sensazione ancora nuova, eccitante. Talmente eccitante che dopo due carezze, ho cominciato a masturbarmi, senza riuscire a fermarmi. Ancora con il pensiero a quello che era avvenuto poche ore prima, sentivo il desiderio salire, il desiderio di godere... fino a sentire il mio uccello pulsare e poi il caldo della mia sborra sotto le mie dita, che inondavano il mio pube, che usciva dai ricami del pizzo.
    
    Erano due giorni che avevo un livello di desiderio che non avevo mai avuto prima. Solo dopo il mio orgasmo riuscii a rilassarmi. Sentivo il calore della mia sborrata che scivolava tra le cosce. Invece di asciugarmi, me la spalmai tra le gambe. Mi sembrava trasgressivo, forse sconcio... ma mi piaceva la sensazione. Sentivo l'odore caldo del mio sperma che arrivava da sotto le coperte, e mi addormentai.
    
    Il giorno dopo lavai tutto a mano, perché volevo che fosse asciutto per il mio ritorno, e dopo una doccia cercai di pensare ad altro. ...
«1234...»