1. Da inesperta a troia consumata il passo è breve


    Data: 17/10/2020, Categorie: Sesso di Gruppo Autore: benves, Fonte: Annunci69

    Mi chiamo Melania,
    
    da circa sette mesi, cioè da quando i miei genitori mi hanno regalato un pc per il mio 18° compleanno, ho cominciato a navigare in Internet.
    
    Pur non essendo una fanatica del computer sono rimasta affascinata dalle possibilità offerte da Internet ma ciò che più mi ha interessato è senz’altro il sito “Annunci69.it” ed i racconti erotici che vi sono pubblicati.
    
    Proprio la lettura di questi racconti ha fatto nascere in me un desiderio che, caparbiamente, infischiandomene delle possibili conseguenze, ho realizzato a pieno con grande soddisfazione.
    
    Ho quindi deciso di raccontarvi la mia storia per rendervi tutti partecipi del mio piacere.
    
    Come ogni anno, la mia famiglia, si è radunata a Bolgheri, un paesino della Toscana, per festeggiare il compleanno di mia nonna Ernestina.
    
    Alla festa hanno partecipato anche altri parenti tra cui il fratello di mia madre con la moglie ed i due figli.
    
    Luca, prossimo ai vent’anni, è il maggiore dei due.
    
    Né io né Luca eravamo contenti del dover trascorrere un intero fine settimana lontani dalle nostre rispettive compagnie.
    
    Io in particolare fremevo.
    
    Già da alcuni mesi ero alla disperata ricerca di un ragazzo con cui trascorrere le mie giornate e soprattutto fare le mie prime esperienze amorose e sessuali.
    
    Ero ancora più impaziente perché la mia miglior amica, Francesca, già da diversi mesi, aveva un ragazzo fisso con cui faceva l’amore e, ogni volta che mi raccontava dei loro amplessi, finivo per eccitarmi.
    
    Luca deve aver percepito le mie voglie perché, contrariamente agli anni precedenti, mi si è appiccicato trascorrendo con me l’intera giornata di venerdì.
    
    Per tutta la giornata, vagando per il paese, abbiamo parlato delle vacanze, degli amici, della scuola e dell’università.
    
    Siamo rientrati giusto per l’ora di cena già d’accordo che avremmo trascorso la serata in un paese vicino un po più frequentato.
    
    Dopo la cena ci siamo cambiati e, con la macchina di mio zio, abbiamo raggiunto una gelateria.
    
    La sera era fresca ed io indossavo una minigonna gialla con sopra una camicetta fantasia senza maniche. Sotto non portavo il reggiseno di cui, almeno per ora, posso fare a meno.
    
    Mangiando il gelato mi è preso freddo e Luca, notando la pelle d’oca sulle mie braccia, ha proposto di raggiungere l’auto per farci un giro.
    
    Ho accettato la proposta e poco dopo girovagamo per stradine poco frequentate sino a che non abbiamo raggiunto un piazzale da cui si godeva un discreto panorama notturno della vallata sottostante.
    
    Era il classico luogo frequentato da coppiette ed in effetti poco lontano da noi vi era un’auto parcheggiata e, causa i finestrini aperti, si udivano distintamente i mugolii di piacere degli occupanti.
    
    Io e Luca abbiamo riso della cosa; poi Luca mi ha raccontato che nel bosco al nostro fianco, qualche anno prima aveva avuto la sua prima esperienza sessuale con una ragazzina del paese di origine dei nostri genitori.
    
    A mia volta gli ho ...
«1234...11»