1. Emigranti 2


    Data: 01/08/2020, Categorie: Prime Esperienze Autore: geniodirazza, Fonte: Annunci69

    Emigranti 2
    
    Per la mia chiacchierata con Donatella scelsi un primo pomeriggio afoso, di quelli in cui tutti si tappano in casa per la siesta. Forse le bastò guardarmi per capire e fece in modo da essere libera per l’intero pomeriggio. “Ho capito a che si riferisce la caccia!” Esordii. Alzò gli occhi dal ricamo che stava elaborando e mi guardò con aria interrogativa. Le parlai degli avvenimenti a cui avevo assistito e le dissi che davvero mi sentivo sprovveduta anche di fronte ad un ragazzo come Nicola. “Buono, quello!” esclamò “ancora pochi mesi di libertà, poi dovrà partire anche lui per la Svizzera e, come è successo a molti, dovrà dimenticare la bella vita attuale.” “Però, intanto è una bella preda da cacciare!” Stavolta rise più apertamente. “Vuoi avventurarti in una caccia dall’esito molto incerto o cerchi un percorso di conoscenza più agevole?” “E’ chiaro che vorrei imparare senza rischiare molto!” “Allora il tuo obiettivo non può essere Nicola; non ora almeno, perché con lui devi essere molto cauta e prudente se non vuoi rischiare faide paesane.” “Tu cosa suggerisci?” Ormai mi sentivo intrigata e volevo ad ogni costo arrivare a una soluzione che mi aiutasse a capire me stessa, il mio corpo e i rapporti con gli altri.
    
    “Molte volte ho dovuto sbrogliare situazioni come la tua” il tono di Donatella era quasi di comprensione, forse di complicità e comunque di amicizia “e l’unica soluzione è stata sempre quella di fare sperimentare certi percorsi che alla fine sarebbero serviti nel matrimonio ma anche per le all’esterno del matrimonio” Non potevo fare altro che pendere dalle sue labbra. “Genny!!!!” urlò verso il resto dell’appartamento; per qualche minuto non successe niente e restammo zitte l’una di fronte all’altra; poi si affacciò sulla porta un giovanotto di bell’aspetto e dal fisico solido “Lui è mio fratello Gennaro, Genny per gli amici” e, rivolta a lui “Genny, questa è Cristina, quella che ha sposato Antonio. Ha bisogno di qualche tuo insegnamento”. Mentre lo diceva, guardò verso di me con aria interrogativa; capii che chiedeva la mia conferma, sorrisi a Genny, mi alzai ed andai a baciarlo sulle guance. Ma Genny mi abbrancò nella vita, mi strinse e incollò la sua bocca alla mia. Era la prima volta che baciavo un uomo: Antonio, in tutti quei giorni, mi aveva montato tre volte a notte ma non mi aveva fatto nessun altro cenno di affetto.
    
    Mi trovai quasi spaventata a sentire la sua lingua che forzava le mie labbra per insinuarsi nella mia bocca.
    
    La presenza di Donatella mi imbarazzava, paradossalmente, e mi ritrassi quasi spaventata; lei capì e, con la mano, fece cenno al fratello di andarsene; lui mi prese per mano e mi accompagnò fuori della porta ma solo per entrare nella stanza adiacente che chiuse a chiave alle nostre spalle. Anche se non avevo chiara coscienza di quello che avveniva, mi rendevo conto vagamente che quello era forse in momento in cui stavo per essere effettivamente sverginata, grazie all’esperienza di Genny, ...
«1234...9»