1. Una notte al pronto soccorso.


    Data: 19/07/2020, Categorie: Autoerotismo Erotici Racconti Voyeur Autore: giusagoma, Fonte: RaccontiMilu

    ... enormemente spropositato. Seppur abituato a vederla nuda non le avevo mai visto il capezzolo così sviluppato prima di quella notte.
    
    A quel punto stavo letteralmente esplodendo per l’eccitazione. Mia mamma, col seno di fuori di fronte a quattro uomini e una donna, totalmente estranei. Non mi ero mai trovato in una situazione così intrigante malgrado la drammaticità della situazione. Mi sentivo come se gliel’avessi consegnata per farli divertire un po’, come un giocattolino a dei bimbi monelli. A quel punto mi voltai verso l’uscita e abbandonai la sala chiudendo la porta alle mie spalle.
    
    Una volta fuori, nel cortile dell’ospedale, il desiderio di spararmi un segone era sempre più dominante nella mia mente, ma cercai di trattenermi e di distrarmi il più possibile. Passarono interminabili minuti prima che quella porta si aprisse vedendola uscire sulle sue stesse gambe. “Tutto a posto. Si trattava solo di un problema di digestione” esclamò. “Possiamo ritornare a casa”.
    
    Io non riuscivo a trovare le parole e quindi, zitto zitto risalii con lei in macchina avviandomi verso casa. Una volta dentro continuai a non parlare. Mi ritirai in camera per cercare di dormire un po’ prima di risvegliarmi per recarmi al lavoro, ma i pensieri mi tormentavano. Rivedevo ancora quei seni che uscivano improvvisamente dalla tuta grigia. Sembrava un porno ma era tutto vero. Allora corsi in bagno per dar finalmente sfogo a quegli ormoni ormai da troppe ore soffocati nelle mie palline. Il getto fu veramente poderoso e solo così potei tornare a letto e riposare, finalmente, quei pochi minuti prima di iniziare una nuova giornata lavorativa.
    
    E’ superfluo aggiungere che nei giorni successivi continuai incessantemente a pensare a quell’episodio, rilassato per il falso allarme (poteva essere un problema serio) e al contempo eccitato per una situazione ad alto tasso erotico che probabilmente mai più si sarebbe ripetuta. Tutt’oggi continuo a chiedermi: “ma una cattiva digestione può farti finire al pronto soccorso per subire un elettrocardiogramma e dimenticarsi di indossare il reggiseno???” 
«12»