1. Cacciatore di belle femmine 14


    Data: 21/05/2024, Categorie: Etero Tue Racconti Autore: Paolo, Fonte: RaccontiErotici.xyz

    Mia sorella restò soltanto quei due giorni,chissà forse era venuta proprio per tentare con me suo fratello sperando che la mettessi incinta,di buon mattino del lunedì la portai io alla stazione dopo aver salutato papà e mamma,alla stazione prima di salire in vettura ci baciammo come fidanzati tanto la gente attorno non sapeva che eravamo fratello e sorella =grazie spero tanto di darti più avanti la bella notizia aho e poi con lui vedrò= lo disse stringendomi =amò ci siamo messi con impegno= risposi poi ancora un bacio poi il treno un fischio e salita in vettura via si allontanava il treno con mia sorella.
    Tornato al parcheggio presi la mia auto 127 e di corsa per il lavoro,non so ma forse mia sorella mi portò fortuna,strada facendo nella 127 ad un semaforo rosso dovetti fermarmi come di regola di lato alla mia sinistra notai una panda guidata da una ragazza,ben messa,capelli castani folti e vaporosi,un bel volto ma ciò che più mi attrasse un bel seno gonfio,lei forse senti il mio sguardo si girava e guardandomi fece un sorriso,poi ecco il verde del semaforo e lei con la panda di corsa a quel punto le andai dietro prima o poi doveva fermarsi e dietro dietro per alcuni chilometri poi finalmente si fermava,accostata al marciapiede io scesi mi avvicinai a lei =scusi posso parlarle= dissi,fisicamente era bella Giunonica =dica parli pure= rispose con un fare da spiritosa,chissà le volte che altri co avevano provato = volevo solo chiederle se ci possiamo vedere,nel pomeriggio o ...
    ... domani= dissi =aspetti qui ho una cosa da fare un quarto d'ora= fece lei e di corsa via verso un portone ;
    aspettai quasi venti minuti stavo per andarmene un poco deluso poi inceve eccola uscire da quel portone,ci fermammo a parlare poco perché sia che lei ci reacavamo al lavoro =potremo vederci oggi nel pomeriggio tardi cinque o sei di sera= mi disse =certamente sarò puntuale= risposi poi ognuno per la sua strada.
    Nell'ora giusta e nel posto che mi aveva indicato lei,poco dopo arrivato vidi lei con la panda che parcheggiava,mi fece cenno di salire io nella sua cosi feci,salito accanto a lei ciao ciao salutando poi le dovute presentazioni per poi parlare del mio e suo passato,lei dieci anni meno di me era già nella mia medesima situazione sposata poi separata,certo parlando le facevo complimenti su come guidava spedita,sulla sua bella persona insomma poteva essere la donna giusta per me stessi dilemmi che ci univano,decidemmo poi di rivederci giorni dopo stesso posto stessa ora.
    Quel posto dove eravamo,un bel viale alberato un tantino trafficato ma comunque andava bene a lei era giusto cosi ;
    lei preferiva non scendere dalla sua auto e quel secondo appuntamento uguale,seduto nel sedile accanto,solito saluto cosa avevamo fatto in quei due giorni ma già nell'aria una certa attenzione si intuiva in entrambi,mi avvinai a lei lei verso me ci trovammo a baciarci e non una sola volta poi io attratto da quel po po di zinne dolcemente le accarezzavo grosse e dure dure lei mi prese la ...
«12»