1. La mia vita sessuale tra incesto ed etero 9


    Data: 21/06/2022, Categorie: Etero Tue Racconti Autore: Paolo il caldo, Fonte: RaccontiErotici.xyz

    Dopo quel mattino con mamma non cercai più di insidiare mia sorella per vari giorni aspettavo di veder arrivare mamma disponibile e vogliosa di finire a letto nuda con me tanto da svegliarmi al mattino presto sentendo gli zii prepararsi per poi uscire ed andare al lavoro ed io restavo nel mio letto in pigiama aspettando di sentire mamma bussare alla porta di casa degli zii,anzi per farmi trovare più pronto mi toglievo le mutande o slip come si chiama l'intimo maschile indossando il solo pantalone del pigiama che di solito la patta è chiusa da un solo bottone,invece passavano i giorni e di mamma niente comunque la vedevo poi a casa nostra per pranzo e cena ma mai nel rispetto del nostro intimo segreto mi azzardavo farle un cenno o darle una occhiata di intesa per farle capire che l'aspettavo,la volevo ne cercavo di sfiorarla passandole accanto,poi la timidezza che nonostante tutto era in me insomma con lei mia madre malgrado le scopate mi comportavo come figlio e basta ma comunque la speranza non mi mollava. Era trascorsa quasi una intera settimana e mamma non veniva ed io sempre di più in tiro pensandola poi a circa metà mattina sentii inchiavare la porta di casa poi bussare ero così preso che corsi alla porta,non ci pensai al fatto che mamma non aveva le chiavi di casa dei zii tolsi il catenaccio aprii e mi trovai davanti zia, entrò e poi "come mai metti il catenaccio" chiese "per sicurezza zia hai sentito quel che han fatto" e mi interruppe "a si è vero ma qui non c'è ...
    ... niente da rubare,comunque ai fai bene" rispose io che non capivo perché fosse tornata a casa prima e non essere al lavoro,ma non per farmi i fatti suoi ma più che altro preoccupato se stavo per caso scopando con mamma cosa sarebbe successo! E per questo le chiesi "hai staccato prima oggi zia?" "no sono tornata per cercare un documento per il lavoro e per chiederti una cosa" rispose ma intanto entrata nella sua camera da letto la vidi come cercare qualcosa tra le lenzuola,si sedette poi nel lato del letto e mi disse "vieni qui entra" entrai in camera ed una volta davanti a lei disse "ti volevo chiedere,hai fatto venire qui qualche ragazza? Guarda posso pure capirlo sei grande e magari è giusto che fai sesso con qualcuna" ed pronto "ma no zia quale ragazza e poi chi c'è l'ha  una ragazza,no" risposi "no perché vedi giorni fa ho visto nel lenzuolo certe macchie come se qui avessero fatto sesso,scopato capisci e per me erano macchie di sperma" fece insistente,be si avevo scopato con mamma e magari non mi ero accorto di aver gocciato sperma nelle lenzuola né io né mamma nel rifare il letto ma non potevo dirle la verità "senti zia io non ho mai avuto una ragazza ne scopato,non ho fatto mai sesso sono ancora vergine,pensa" dissi di botto,lei restò un poco in silenzio poi "forse mi sbaglio" intanto nel ripensare a mamma dietro le parole di zia non mi resi conto che il cazzo si era fatto teso e duro nel pigiama e senza mutande usciva quasi fuori dalla patta alche svelto portavo le mani al ...
«12»