1. Mio padre mi. Porta da un amico 2


    Data: 18/11/2021, Categorie: Gay / Bisex Tue Racconti Autore: Pierluigi, Fonte: RaccontiErotici.xyz

    ... Arrivó mio padre e ci trovo così.
    Il cazzo di lui nella mia mano e la mano di lui sulla mia chiappa.
    Che scena stupenda disse, siete eccitanti.
    Allora Giulio(si chiamava così il tipo) come ti è sembrata  questa puttanella di mio figlio?
    Una favola, una vera favola, una bocca da esperto pompinaro e un culo caldo e accogliente, mi ha sbocchinato con una maestra di cui non è  capace nemmeno una donna e mi ha dato quel culo caldo e accogliente fatto apposta per ricevere il cazzo ho goduto come mai prima d'ora, mi ha fatto sborrare due volte poi ...si dici bene, puttanella, un corpo fatto per il sesso.
    E tu Pierluigi?, che mi dici del cazzo che hai voluto?
    Solo tre parole...lo voglio ancora.
    E allora dai, prendilo di nuovo, fammi vedere come ti fai lavorare.
    Cominciai a segare Giulio e contemporaneamente mi misi a succhiargli i coglioni.
    Segavo e il cazzo mi cresceva in mano.
    Basta così disse mio padre, adesso fammi vedere come lo sbocchini, presi il cazzo in bocca e iniziai a lavorarlo, succhiavo insalivandolo tutto è con la lingua serpeggiavo intorno alla mazza.
    Giulio fremeva è mugolava, io succhiavo avidamente guardando mio padre che a sua volta mi osservava compiaciuto facendomi intendere che quello che ...
    ... vedeva gli piaceva.
    Continuai a sbocchinare il cazzo di Giulio seguitando a guardare mio padre che a un certo punto tiró fuori il cazzo e cominció a menarselo, brava mi diceva, sei proprio una puttana bocchinara, continua così, io succhiai ancora a lungo fino a quando Giulio lanciando un urlo di piacere venne nella mia bocca scaricando un fiume di sborra che bevevi avidamente fino all'ultima goccia. 
    Mio padre si avvicinó e terminó di segarsi rovesciandomi in faccia tutta la sborra. 
    Ripresi a succhiare Giulio e quando lo ebbe di nuovo duro mi posizionai a pecorina per prenderlo dietro, Giulio mi entró dentro con un colpo secco e inizió a incularmi selvaggiamente, mio padre me lo mise in bocca.
    Dai, troietta succhialo tutto è fatti inculare.
    Sbocchinai mio padre come piaceva a lui nel modo in cui io sapevo fare e intanto mi facevo sbattere il culo come una zoccola gemendo per il piacere che quei cazzi nella bocca e nel, culo mi stavano dando.
    Mugolavamo  tutti e tre di piacere, mio padre mi scopava la bocca, Giulio mi fotteva il culo.
    Mio padre mi sborró   in gola, subito dopo Giulio mi allagó il culo. Anche io venni. 
    Ci accomodammo allungati sul letto con me che seguitavo a tenere un cazzo in bocca e l'altro nel culo. 
«1»