1. Un amore incontrollato


    Data: 18/06/2022, Categorie: Tradimenti Autore: wbm, Fonte: Annunci69

    Lo sapevo lei stava con me oramai per abitudine o per quella strana sensazione di sicurezza, ci siamo sposati troppo presto, le nostre esperienze precedenti troppo fugaci ed effimere.
    
    Si l’amore c’è sempre stato e ci unisce ancora oggi ma, quello che si vede in tv, non sempre cammina parallelo nelle nostre vite accanto a quello che veramente arde nel nostro stomaco, la passione.
    
    Quel fuoco che sentiamo nelle nostre viscere che arde i nostri sensi che ci manda in bambola il cervello tanto da non far trovare le parole ad provetta intrattenitrice di sala, quella confusione assordante di un festa di pensieri.
    
    La conoscete quella percezione di capire che fra due persone ci sia di più di una semplice conoscenza ma vera e pura alchimia, alcuni la chiamano chimica, fu ciò che percepii quella sera nel loro scambio di sguardi.
    
    Lei, la mia donna, mia moglie, rossa un bellissimo seno prosperoso, due occhi nocciola e delle lentiggini a fare coreografia su quel nasino da birbantella, come lo definivo quando le facevo le coccole sul divano.
    
    È piccoletta di statura ma fa la sua bella figura si completa con quel sederino modellato da anni di palestra, un leggero trucco ed è per me una vera bomba sexy, basta che si morda il labbro inferiore e sono suo schiavo.
    
    A letto ultimamente credo che finga, io ci provo ma sono una vera frana, una volta eravamo più fantasiosi, ora l’abitudine, la nemica per antonomasia della passione, ha reso tutto ordinario.
    
    Ero lì alla ...
    ... finestra ad osservare quei due corpi, lei a gambe aperte mentre lui le era sopra dava forti spinte aggrappandosi ai suoi glutei per aderire meglio al suo corpo, lei col capo rivolto in basso col respiro affannante.
    
    Ogni mattino prima la vedevo alzarsi dal letto con quei bei completini intimi ora usa un mia vecchia camicia, la trova comoda, ma come l’ha chiamata una sua amica una sera dopo cene la camicia antisesso.
    
    Per il suo compleanno le regalai un nuovo sexy completo, nulla da fare, così lo facciamo svogliatamente e velocemente, preliminari aboliti, non certo da me e via alla squallidissima scopatina.
    
    Quella sera poi alla festa della sua amica, c’era un casino odi gente, ero a fumare una sigaretta con la festeggiata mi disse che lei mi cecava ma, tra il groviglio di gente la vidi presa per la mano da lui.
    
    La sua amica lo avrebbe dovuto sapere che mi tradiva, saranno andati di là a ballare, seguii il balcone ad elle mi bloccai davanti alla finestra del bagno, rimanemmo entrambi di sasso a ciò che vedemmo.
    
    Lei era lì inginocchiata davanti a lui con pantaloni e mutande calate, glielo stava succhiando, poche parole servirono solo per ammazzarmi definitivamente, quanto c’è lo hai grosso, continuando poi il lavoretto di bocca.
    
    Non potevo immaginare conclusione più devastante, lui mantenerla e sussultare, lei mi ha annientato, che stronzo me ne hai fatto ingoiare in quantità industriale questa volta e devi fare il bravo se me lo vuoi mettere nel culo la prossima ...
«12»