1. 40 anni dopo


    Data: 24/11/2021, Categorie: Etero Autore: 63Chicco, Fonte: EroticiRacconti

    Ebbene sì. Dopo 40 anni ci siamo rivisti con i compagni di scuola, il gruppo di whatsapp ha funzionato e grazie alla regia di due amiche del tempo siamo riusciti a combinare una cena tra compagni di scuola delle superiori. Per via delle distanze e degli impegni di lavoro si è scelto un ristorante al mare, appuntamento alle 1830 per appello ed aperitivo. Finalmente la vedo arrivare, lei la mia ragazza della 5^ C. Era ancora uno spettacolo di femmina, ora più sensuale e come allora appariscente da impazzire. Baci, abbracci e racconti di 40 anni di vissuto. Cena fra sguardi e provocazioni un po' con tutti, brindisi in continuazione e vino bianco ghiacciato che provoca bellissime sensazioni. Non riuscirei a guidare e chiedo alla mia amica se nei dintorni ci fosse un albergo per riposare e ripartire al mattino, proposta accettata anche da altri. La mia ex si sorreggeva appena e si appoggiò al mio braccio in direzione hotel. Assegnate le stanze la accompagnai alla sua porta ed al momento di salutarla mi tirò dritto all'interno. Ci trovammo abbracciati sul letto, lei incominciò a dirmi: ti ricordi che pompini ti facevo? Lo sai che con il tempo sono migliorata? Voglio però prima risentire la tua ...
    ... lingua sulla mia fica le tue leccate non le ho dimenticate.
    
    Alzato il vestitino e tolte le sue mutandine bagnate ho affondato la bocca e la lingua su quella fichetta che ho sempre desiderato ed ho incominciato a giocare con le dita e la lingua fino a farla godere e urlare. Mi sono poi dedicato al suo buchino mentre lei si è rovesciata per un 69 da favola. Aveva una bocca che non si può dimenticare ma con l'esperienza di 40 anni in più. Dopo una decina di minuti l'ho supplicato di montarmi sopra che la volevo scopare ed ha iniziato a cavalcare mentre le succhiavo le tette, qualche minuto dopo mi ha chiesto di cambiare posizione e mettendosi alla pecorina ho potuto vedere quel culetto che non mi aveva mai concesso, il mio cazzo bagnato dei suoi umori dopo qualche colpo in fica glielo spinto srnza difficoltà nel favoloso lato b, un urletto e poi si è avvicinata fino a sentire le mie palle sulle chiappe. Stringeva i muscoli del culetto e io non riuscivo più a trattenermi e dicendole che stavo per godere si è tolta e me l'ha preso in bocca per assaggiare ancora la mia sborra che poi ci siamo scambiati per un lungo bacio. Il nostro sarà sempre un rapporto di sesso ci siamo detti 40 anni dopo 
«1»