1. Zia e sua sorella 3


    Data: 11/10/2021, Categorie: Incesti Autore: TripleH, Fonte: EroticiRacconti

    Quell'ostinazione di zia Patrizia da un lato mi faceva incazzare, dall'altro mi eccitava... presi a spingere con irruenza e con dei colpi sempre più decisi e sentii Laura che ansimava e tra un colpo e l'altro disse ridendo: si ma non devi spaccare il mio culo se Patrizia non vuole darti il suo... Zia Patrizia rise e mi disse: immagina se fosse il mio quel culo... e si venne a posizionare sopra Laura. Io le afferrai le spalle e la tirai verso di me. Era una cosa strana, io stavo inculando Laura, che era a pecorina sul letto, zia Patrizia che era sopra di lei si muoveva come se stessi inculando lei; sentivo la sua patata bagnata sfregare sulla mia pancia ad ogni colpo che davo a Laura. La cosa non durò molto... era di un'eccitazione incredibile. Con una mano spinsi leggermente in avanti zia, poi sfilai il pene dal bel culo di Laura. Li avevo lì tutti e due davanti a me: due culi fantastici! Presi in mano il pene e dopo tre o quattro movimenti iniziai a spruzzare sperma ovunque! Le loro chiappe vennero imbrattate dai miei umori che colavano ovunque. Laura e zia Patrizia, entrambe sorridenti, era girate verso di me e sorridevano. Zia Patrizia si girò e dopo aver succhiato un pochino il mio pene alla ricerca di un'ultima goccia di sperma, prese a leccare lo sperma dal bel culo di Laura. In realtà non era molto, in quanto la maggior parte era finito sul sedere di zia e sulla sua schiena. Io ero nuovamente eccitato e presi con calma a ...
    ... scopare la patata di Laura che era ancora lì sotto di me bell'e pronta. Zia Patrizia si spostò ed andò a posizionarsi davanti a Laura col sedere per farselo pulire. Si intendevano alla perfezione le due sorelle.... Io da dietro mi gustavo la scena e spingevo con energia, dato che Laura era più bassa di me, a forza di spingere e di muovermi ci ritrovammo, sempre con lei sotto di me, con le nostre teste una di fianco all'altra ... ed entrambi leccavamo le belle chiappe di zia Patrizia; io la destra e Laura la sinistra. Anche questo era molto eccitante e per fortuna mia Laura venne ansimando, io mi sfilai, presi ai fianchi zia Patrizia, la tirai sopra Laura, praticamente nella stessa posizione di prima e presi a scoparla con foga. I colpi che le davo si ripercuotevano anche su sua sorella Laura che era sotto; un pò come in precedenza si creò una situazione strana in cui mi sembrava di scoparle tutte e due contemporaneamente. Zia Patrizia venne e praticamente in contemporanea venni anche io. Non uscii, anzi, proprio mentre entrambi sussultavamo spinsi ancora di più ed urlammo di piacere. Laura che era sotto di noi si unì alla grida di piacere. Io e zia scivolammo di fianco a Laura sfiniti; restammo lì diversi minuti sdraiati ad accarezzarci, sbaciucchiarci ed a pianificare il prossimo incontro ... incontro che dopo un pò di negoziazione sarebbe stato dedicato tutto a me ed alla mia perversione per tacchi e piedi. Non vedevo l'ora! 
«1»