1. Da marito a guardone, a puttana


    Data: 18/09/2021, Categorie: Tradimenti Tue Racconti Autore: Francesco, Fonte: RaccontiErotici.xyz

    Definire tradimenti le storie di mia moglie non è esatto.
    Sapevo perfettamente che si faceva sbattere da qualche mio amico perché la prima volta che mi fece cornuto si sentì colpevole e mi confessó tutto.
    Antonio era venuto a cercarmi, questo è quello che disse a mia moglie, ben sapendo il marpione che io ero fuori per lavoro.
    Non mi dilungo nei particolari, lei quando tornai a casa quasi non mi guardó negli occhi, cosa che seguitó per tutta la sera.
    Andammo a letto, piangendo mi disse che qualche giorno prima aveva fatto sesso col mio amico. 
    Ti chiedo perdono ma Antonio aveva iniziato con dei complimenti che io apprezzavo. 
    Evidentemente la mia disponibilità è stata scambiata per voglia 
    di qualcos'altro.
    Mi è venuto dietro e prendendo il mio seno si è stretto al mio corpo, ho cercato di divincolarmi ma lui mi teneva stretta e si strusciava sul mio culo.
    Ho opposto resistenza ma dopo poco ha cominciato a massaggiarmi le tette e si è stretto ancora, di più facendomi sentire il cazzo sulle chiappe che mi aveva messo a nudo.
    Non c'è l'ho fatta, a resistere e l'ho preso in bocca  succhiandolo fino a farlo sborrare, poi stando a 90 Grà l'ho preso nella figa facendomi scopare come una troia e per finire me l'ha messo nel culo.
    Solo una domanda, ti è piaciuto?
    Si, ho goduto tantissimo.
    Lo rifaresti?.
    Mi guardó inebetita senza rispondere.
    Ripetei, lo rifaresti?ripresasi dalla sorpresa mi rispose quasi con arroganza, si, lo rifarei non una ma dieci, cento volte, il ...
    ... cazzo di Antonio mi ha fatto girare la testa.
    Era quello che volevo sapere, da un pó di tempo ti immagino ingroppata da un altro.
    Bene le dissi, se vuoi fai la troia con chi vuoi ma devi raccontarmi tutte le porcate che fai
    Inizió così un periodo di puttanaggine descrivendomelo per filo e per segno e ogni volta, che ascoltavo sborravo alla grande.
    Una sera mi disse, mi piace fare la, zoccola ma mi piacerebbe ancora di più farlo davanti  a te mio bel cornutone mhhhh.
    E così due tre volte a settimana mia moglie faceva venire a casa un paio dei suoi amanti e dava sfogo alla sua puttanaggine davanti ai miei occhi succhiando cazzi e facendosi scopare e inculare ricevendo litri di sborra in tutti i suoi buchi con me che mi sparavo seghe a tutto andazzo.
    Tutto procedeva alla grande fino a quando... 
     fino a quando avvenne quello che forse sotto sotto speravo, la troia lo stava prendendo nel culo mentre segava l'altro, vieni, avvicinati,siediti qui, con noi, detto fatto. Mi ritrovai seduto con il cazzo del tipo all'altezza delle mie labbra.
    Dai mi fece lei, che aspetti?, lo so che ti piace, l'ho capito da come lo guardi, forza, ciuccialo, la voglia ti si legge ti si legge in faccia, frocio, datti da fare.
    In effetti era quello che volevo, presi in bocca il cazzo e lo sbocchinai facendomi sborrare in gola, per meglio succhiare mi ero messo carponi e mentre il cazzo mi scopava la bocca, la zoccola toltasi il cazzo dal culo, fece mettere l'altro tipo dietro di me e preso il cazzo ...
«12»