1. Una mattina all'alba (22°)


    Data: 21/11/2020, Categorie: Incesti Tue Racconti Autore: Ometto di mamma, Fonte: RaccontiErotici.xyz

    Quella domenica mattina mamma si alzò presto per preparare il pranzo per papà dato che restava solo a casa ed inoltre quanto ci serviva a noi due per trascorrere una giornata al mare,costumi da bagno,asciugamani e dei panini per il pranzo,poi venne a svegliarmi,mi ricordo che sentii le sue labbra sulle mie in un bacio candido e quando aprii gli occhi "Su dai alzati tesoro il mare ci aspetta" fece tutta euforica,non la vedevo cosi da anni. Un'ora più tardi il sole era già alto e noi eravamo sul treno direzione mare e finalmente rivedere la sorellina,mamma con espressione felice mi disse "Sei contento? Finalmente una giornata al mare,io te e potremo vedere la pupa senza che papà rompa le palle perché la sabbia gli da fastidio!" "Ormai mamma non è più tanto pupa mia sorella ha solo cinque anni meno di me,ma che dici ce la faranno vedere le suore" le chiesi "Penso di si aho e poi li accanto c'è proprio uno stabilimento vicino la colonia ci prendiamo una cabina cosi stiamo comodi e accanto dove hanno la spiaggia le suore" mi rispose serena mentre intanto il treno andava intuii che mamma con la scusa di andare alla colonia per vedere mia sorella (sua figlia) si era organizzata per trascorrere un giornata al mare che tanto amava,anch'io ero contento sia per il mare che passare un intero giorno da solo con mamma,la mia donna come una coppia di fidanzati. Arrivati alla stazione pian piano ci dirigemmo verso lo stabilimento per affittare una cabina e camminando "Mamma tu venivi qui al mare con nonno?" domandai, lei si guardò attorno poi "Si quante volte con papà ci siamo venuti quando ero piccola a lui piaceva il mare non come tuo padre,certo era un po diversa allora stabilimenti pochi quasi tutta spiaggia libera ed il treno comodo per arrivarci" rispose,intanto eravamo arrivati allo stabilimento,entrammo e mamma prese cosi in affitto una cabina per l'intera giornata,solo poi dirigendoci alla cabina vedemmo arrivare suore e bambini alla loro spiaggia "Guarda le bambine" disse mamma entrando alla nostra cabina posando la borsa con tutto quanto si era portata sul tavolo che era dentro "Dai ci si cambia dopo andiamo a vedere la sorellina" lo dicemmo quasi insieme io e mamma che ci venne da ridere per come i nostri pensieri erano all'unisono. 
«1»