1. Ancora il cazzo del mio insegnante


    Data: 04/11/2020, Categorie: Gay / Bisex Tue Racconti Autore: Francesco, Fonte: RaccontiErotici.xyz

    Stamattina al bagno ho rivisto il suo cazzo. 
    La voglia era incontenibile e non ho resistito nel fargli un bocchino e ingoiare la sborra che mi ha scaricato in bocca.
    Ti aspetto oggi a casa mia se lo vuoi ancora mi ha detto. Sono andato, la porta era accostata, entro, era nudo con il cazzo gia' in tiro.
    Non ho resistito, l'ho preso in bocca e dopo averlo sbocchinato come una zoccola ho bevuto tutta la sborra che mi ha scaricato in gola.
    Dai, spogliati mi ha detto, adesso devi darmi il culo, ho tolto i vestiti, mi ha messo di nuovo il cazzo in bocca.
    Dai puttanella, succhialo e fammelo tornare duro e di nuovo ho imboccato la nerchia.
    Mi e' diventato grosso in bocca e quando e' diventato bello duro mi ha fatto mettere a pecorina e mi ha sbattuto il cazzo nel culo con un colpo secco facendomi urlare, ho cercato di divincolarmi ma lui mi ha sbattuto contro la parete e ha iniziato a incularmi come un toro insensibile alle mie urla di dolore.
    Poi, lentamente il dolore si e' affievolito fino a diventare piacere e il cazzo che mi sfonda va era una sensazione di goduria spasmodica,mi ha inculato per circa un'ora strappandomi grida di piacere, sentivo il cazzo scorrermi nel culo e godevo di quella inculato favolosa, alla fine mi ha sborrato nel culo portando anche me a godere.
    E ancora il cazzo si e' indurito, mi ha sbattuto sul letto e di nuovo giu' a incularmi come un forsennato spaccandomi Il culo letteralmente, dopo avermi di nuovo riempito di sborra si e' rilassato restandomi addosso e con il cazzo piantato nel mio culo, che dopo un po' si ingrosso' dentro di me e ancora una volta
«1»