1. leggings, che bella invenzione!!!


    Data: 29/08/2021, Categorie: Etero Autore: iltromba2, Fonte: RaccontiMilu

    ciao a tutti, voglio raccontarvi di quando ho incontrato al centro commerciale la mia amica Barbara…..indossava una maglietta chiara e dei leggings da paura…..una roba mai vista!!!!aderentissimi, mettevano in risalto il suo risichino da paura e le stringevano le chiappe in una maniera che facevano venire voglia di sfondarle quel meraviglioso culetto…
    
    comunque ci incontriamo, ci salutiamo la riempio di complimenti, la invito a prendere il caffè’ e lei mi fa tristemente notare come il marito non la pensi proprio come me, in quanto ultimamente non le da’ le dosi di cazzo che lei vorrebbe, al che ridendo le dico di rivolgersi altrove, che non avra’ sicuramente nessuna difficoltà’ a trovare qualcuno che la soddisfi, anzi mi offro io scherzando (ma non troppo…)
    
    usciamo dal bar, ha la macchina in fondo al posteggio e si sta facendo scuro, la aiuto a caricare la spesa e inavvertitamente le sfioro le chiappe…..si accende si volta e mi fa salire in auto.
    
    ci chiudiamo dentro e lei, dalla parte del guidatore, mi mette la lingua in bocca e inizia a baciarmi, ricambio tirandola per i capelli, al che lei mi chiede di continuare, le faccio abbassare i leggings e le metto un paio di dita tra gli slip e ne infilo uno nella patata, e trovo un umido che mi fa capire che sta partendo….
    
    mi abbasso, le metto una mano su per la maglietta e le ...
    ... torturo un capezzolo, mentre lei inizia a cercare il mio cazzo per segarmi.
    
    i toccamenti continuano per un po’, le dico che vorrei scoparla, ma non si fida del posto e allora mi chiede di accontentarmi di un pompino, io acconsento dicendole comunque che in seguito sovra’ farsi scopare quella bella fighetta e quel cubetto pazzesco, lei inizia a succhiare, devo dire bene, e nel frattempo mentre si china in avanti e si e’ fatto buio, io infilo la mano dietro la sua schiena e il mio citino le solletica il buchette del culo, lei grugnisce una specie di diniego, ma poi continua la sua pompa e io continuo a sfregarle il buchetto e le chiappe…..
    
    un’auto che esce dal posteggio ci illumina per un momento e un passante che ci passa accanto vede la scena e mi strizza l’occhio, lei non vede e io allora sborro, lei fa per tirarsi indietro ma poi probabilmente ricorda di essere sulla macchina del marito e quindi per paura di lasciare qualche macchia sospetta si ingurgita tutta la sborra, con un certo fastidio….
    
    si rialza, al che le metto la lingua in bocca e condivido il gusto della mia aborra, lei apprezza, scendo e lei riparte in fretta……il tempo di arrivare a casa e con un sms le ricordo che la prossima settimana ci rivediamo a fare la spesa….invio il messaggio e annuso il ditino ancora profumato del suo splendido, inebriante culetto>……..continua 
«1»