1. Alice,io e il mio amico,in barca


    Data: 10/06/2021, Categorie: Cuckold Etero Autore: riccard82, Fonte: RaccontiMilu

    ... aspetti neanche nelle migliori previsioni: io incontrai un vecchio compagno di classe che non vedevo da qualche anno e avvisai alice e bruno che avrei bevuto una cosa con lui al bar del locale,di rimanere pure a ballare…in realtà ero felice di averlo incontrato,ma avevo colto la palla al balzo per farli ‘giocare’ un po’ da soli…
    
    Lì per lì non si avvicinarono troppo a ballare l’un l’altra,ma dato che si formava uno sciame di uomini attorno,lei chiese a bruno di ballare insieme per far desistere i nuovi arrivati…e così fu,Alice e Bruno iniziarono a ballare ad un ritmo sempre più serrato,vedevo che ci prendevano gusto,lei ogni tanto gli strusciava il culo sul pacco,e lui ogni tanto lasciava partire qualche palpata furtiva…di quello che mi raccontava il mio vecchio compagno non mi interessava nulla,mi interessava solo guardarli,ed eccitarmi come poche altre volte.
    
    Passò più di mezz’ora,e venirono a dirmi di rientrare in barca….giocai d’azzardo,vista la loro intesa durante la serata,aiutata molto anche dall’alcol bevuto anche nel locale (oltre il vino della cena),e dissi ‘vi dispiace se io mi trattengo ancora un po’?&egrave anni che non ci vediamo…penso di tardare un oretta o giù di lì…’
    
    Bruno fece una faccia un po’ perplessa,ma Alice capendo l’antifona:
    
    ‘ok,va bene…però vedi di non fare il mandrillo con le altre’ e si mise a ridere…
    
    ci salutammo ed andarono via…
    
    Arrivati in barca Alice chiese a Bruno di versare due limoncino,perch&egrave ancora non aveva ...
    ... voglia di andare a dormire,e lui non fece obiezioni,versandoli belli ghiacciati nei bicchieri…
    
    mentre sorseggiavano lamentandosi del caldo afoso,alice balzò in piedi e slacciò il vestito,lasciandolo cadere lentamente:
    
    ‘a proposito di caldo,non offenderti,tanto &egrave un po’ come quando di giorno siamo in costume…tranne per… questo!ahahah’
    
    e facendo una giravolta su se stessa mise in bella mostra il perizoma bianco che spariva in quelle magnifiche natiche abbronzate…
    
    ‘se hai caldo non farti problemi,puoi spogliarti anche tu eh!’
    
    ‘beh in effetti hai ragione,ci siamo già visti così in costume,quindi…perch&egrave soffrire inutilmente quest’afa…’
    
    e così dicendo si alzò e si tolse la polo e i jeans,rimanendo in mutande,che evidenziavano un pisello un po’ barzotto…Alice si mise a ridere e ripresero a chiaccherare,ma lei,vedendolo un po’ distratto, a bruciapelo gli disse:
    
    ‘devono piacerti proprio tanto eh’
    
    ‘eh,cosa?di che parli?’
    
    ‘di queste,non fai altro che guardarmi le tette!’
    
    ‘ah,beh,scusami,ma,si in effetti sono bellissime e viene difficile non guardarle…’
    
    ‘e…dimmi un po’…ti piacerebbe anche toccarle,o ti limiti a guardarle?ahahahah’ disse lei quasi schernendolo (e così facendo le strinse tra loro)
    
    lui lì si fece un po’ più deciso,e andandole quasi sopra le disse
    
    ‘in realtà adesso avrei tante idee sul cosa fare con queste tettone…a partire del liberarle’
    
    e così le tirò su il reggiseno di colpo senza neanche slacciarlo,e ci si avventò sopra ...