1. La confessione di Angelica


    Data: 22/02/2021, Categorie: Etero Autore: Franc_Notte, Fonte: RaccontiMilu

    la prima volta è una splendida escursione esplorativa, si annusano i profumi, si gustano gli umori, si ci insinua in ogni anfratto…le mani imparano, cercano il percorso giusto per giungere alla prelibata meta del piacere estremo, accarezzano ogni cm di pelle, godono della soda pienezza dei seni, stuzzicano i capezzoli che si inturgidiscono al tatto, scivolano sui fianchi sinuosi, gustano la vellutata superficie delle cosce tese…risalgono fino a scalare il monte di venere e, attraversando la dolce prateria, giungono a solleticare il clitoride, che pulsa come fosse un minuscolo pene, mentre la vagina si inonda dei mielati liquidi che fluiscono, in un delicato fiotto, verso l’orifizio anale….adesso che il percorso è segnato, tocca alla lingua ritentare l’esplorazione; il punto di partenza sono le labbra…due lingue si cercano, si intrecciano, poi si dedicano ad assaporare ogni angolo dei due corpi…il seno…l’ombelico…il clitoride mmmmm che meraviglia…..vorrei che mi penetrassi adesso….voglio che sia il tuo pene di marmo a regalarmi l’orgasmo…sei forte, vigoroso…un toro impazzito…mi volti di schiena e pretendi il mio ano, ormai lubrificato dai miei umori e dalla tua saliva…..ti sei accorto che non è mai stato violato? Sarai il primo…mai praticato il sesso anale, sono una sciocca bambinetta timorosa, ma mi fido della tua esperienza e della tua sapienza. Vuoi sverginarmi…sei molto eccitato, ma mi metti a mio agio, mi baci, mi accarezzi con le mani e con ...
    ... la tua voce… mi sussurri ‘stai tranquilla piccola, non ti farà male, ti piacerà, godrai come mai in vita tua’. Punti il glande sul mio buchetto e cominci a spingere il tuo fallo grosso e duro, penetrandomi lentamente, con dolcezza e decisione…con le dita massaggi il clitoride e di tanto in tanto le tuffi nella mia vagina (bagnata e spudoratamente dilatata) per umettarle… sento tutto il tuo cazzo dentro di me, l’ano si dilata, che goduria!!! ci muoviamo insieme, in perfetta sintonia…”spingi + forte amore…sfondami ti prego!” Le mie parole fanno salire la tua eccitazione alle stelle, mi afferri saldamente per i fianchi e cominci a sbattermi come un animale…i tuoi colpi mi mandano in estasi, mentre continuo da sola a masturbarmi il clitoride…giunge il mio orgasmo con un grido soffocato oh mio dio che meraviglia!!! le contrazioni del mio buchetto ti invitano a spingere sempre + forte e spingi spingi spingi…gli ultimi tre colpi sono quelli decisivi, vieni copiosamente nel mio culo, il tuo sperma straripa imbrattandomi le cosce…adoro il tuo pene…ti abbandoni su di me…respiriamo insieme, in silenzio, il tuo cazzo ancora dentro, il tuo naso nei miei capelli, mi baci teneramente il capo…mi volto e ti concedo la mia guancia…sono la tua bambina, sei il mio uomo…le mani si intrecciano…la stanchezza vince sulla nostra volontà, ci lasciamo rapire da morfeo, ancora uno dentro l’altra, uniti, inseparabili, ci sogneremo e al risveglio ci sarà una nuova battaglia. 
«1»