1. Zia in giardino.


    Data: 21/02/2021, Categorie: Incesti Autore: Matteezia, Fonte: EroticiRacconti

    Ciao sono ancora Matteo.
    
    Circa 20 giorni fa i miei genitori e mio zio erano partiti per napoli per lavoro così rimanemmo a casa io e mia zia con il figlio.
    
    Sabato mattina la zia andò al lavoro e porto il bimbo alla sua mamma. Io ero sul suo letto e passai la mattina a sborrare nelle suo scarpe. Alle 13 suona il campanello e mi ritrovo mia zia vestita con un pigiama ad unicorno a sua detta. In tacchi a spillo neri. Sborrati da me la sera prima in una sega notturna. Abitiamo in una casa divisa in due in mezzo a campi e vicini all’argine con nessuno vicino.
    
    Io ero in mutande che mi furono sunto tolte. Non faceva caldo caldo fuori ma nemmeno freddo. Nemmeno il tempo di entrare che la zia mi tirò fuori casa e mi iniziò a succhiare il cazzo all’aperto in giardino cioè nei campi. Dopo poco la zia si mette sul cofano della macchina sotto il portico e mi tirò a se. Si levò i tacchi e mi fece una sega con i piedi con addosso ancora il pigiama. Si girò apri la cerniera consentita per fare i bisogni e la pentirai nel culo visto che era senza mutande. Si levò il pigiama mi fece ancora un bel pompino e le venni in faccia. Mentre rideva.
    
    Ripresi subito ad incularla sull’altalena. Ero seduto io e li con il mio cazzo nel culo seduta sopra di me all’incontrario.
    
    Z” basta basta ho troppo male”.
    
    Seduta sull’altalena con me in piedi mi sega ancora con i piedi piccoli che ha.
    
    La buttai per terra e le penetrai la figa mentre era a pancia in giù.
    
    M”zia vengo”
    
    Z”dai dai. Vieni dentrooo”
    
    Levai il cazzo senza dirgli nulla e glielo ficcai forte nel culo dove sborrai.
    
    Z”cosa faiiiii? Coglione. Che male!!”
    
    Lo disse piangendo. Dopo aggiunse.
    
    Z”si si vengo anche io siiiiii”
    
    M”vedi che ti piace “
    
    Z” fanculo”
    
    Rimanemmo fuori nudi per un po’.
    
    Passammo così tutto il weekend
«1»