1. La "cognata agognata"


    Data: 18/02/2021, Categorie: Tradimenti Autore: joeblack_m2003, Fonte: Annunci69

    ... vicino a venire, il cazzo mi gocciolava, quando la porta si aprì! Era lei, nuda, eccitata, "diabolica" più che mai, mi prese per mano e mi portò davanti alla webcam con il cazzo che mi esplodeva.
    
    Mi disse "ora stai zitto!" Prese una corda e la girò intorno alle mie palle, poi si rivolse al suo ragazzo che si stava già masturbando e gli disse "guarda come lo faccio esplodere", si inginocchio' e mentre con una mano mi strizzava i coglioni gonfi lo prese in bocca ... !!!! Vista l'eccitazione non resistetti molto e poco dopo le riempii la bocca del mio sperma, mentre anche il suo ragazzo veniva! Ma non era finita ...
    
    Mi fece inginocchiare, lei si alzò in piedi, mi guardò ancora più provocatoriamente e diabolicamente e fece scendere dalla sua bocca il mio sperma sul mio petto e mi disse: "guarda che hai fatto!" Mi riprese per mano e mi riporto' in bagno, mi fece mettere nella vasca e mi disse: "ora ti lavo io". Allargò le gambe su di me ed inizio' a pisciarmi addosso mentre mi ordinava di masturbarmi di nuovo ... e venni ancora mentre sentivo la sua calda pioggia dorata sul mio corpo! Mi lasciò li, umido di me e di lei e se ne andò a dormire.
    
    La mattina dopo non sapevo nemmeno se sarei riuscito a guardarla negli occhi o se addirittura fosse stato solo un sogno, ma la trovai li, al tavolo ad aspettare la colazione come se niente fosse e fu tutto stranamente ed incredibilmente normale. Mi chiese di prepararle una fetta biscottata con burro e marmellata e mentre la leccava direttamente dalla fetta mi guardò ancora maliziosa e mi disse "dormito bene?!" E poi aggiunse: "non ti preoccupare, mia sorella non saprà mai niente, ma quando ne avrò voglia tu dovrai essere ai miei ordini!"
    
    Non è mai più successo ma ogni volta che ci parlo o che per qualche motivo ci troviamo a stare insieme, i suoi occhi maliziosi e "diabolici" mi rendono ancora succube! Ed ogni tanto mi masturbo ripensando a quella sera!.
«123»