1. Emma, la cliente di Olga.


    Data: 13/01/2021, Categorie: Lesbo Autore: ezekiele64, Fonte: xHamster

    ... non servono" dice Emma
    
    "Vieni Carla avvicinati che giochiamo in tre"
    
    Non me lo faccio ripetere, in un attimo sono nuda.
    
    Ci ritroviamo sdraiate a letto, ci baciavamo a vicenda, mentre Olga era impegnata a baciare Emma io ne ho approfittato ed ho insinuato la mia faccia fra le sue cosce, volevo assaporare la sua figa, un gusto nuovo per me, volevo succhiare quel nettare e farla godere, la sua clitoride si stava gonfiando, gemeva cominciava a colare miele, mi stavo bagnando anch'io, Olga se ne accorse e con la sua lingua cominciò un lavoro certosino sulle mia grandi labbra.
    
    Ci ritrovammo a cerchio, ognuna con in bocca la figa di un altra, ognuna che sbrodolava impiatricciando la faccia dell'alta.
    
    "Adesso voglio godere sul serio, Olga fammi quello che sai fare tu"
    
    Non capivo, io, come penso le altre, eravamo quasi esauste, le nostre fighe fradice avevano goduto e sborrato più di una volta, chiesi lumi
    
    "Adesso vedrai"
    
    Emma si stese sulla schiena, alzò e divaricò le gambe Olga comincia a farle un ditalino, prima due, poi tre, quattro ed infine con tutta la mano dentro a quella figa spalancata, Emma prede il braccio di Olga per guidare la penetrazione ed il ritmo, ormai era dentro sino al polso, i suoi gemiti erano muggiti di una vacca in calore, gli occhi rovesciati all'indietro, il respiro sempre più affannoso, cominciarono a tremarle le gambe, un tremolio incontrollato sin quando si scosse tutta urlando tutto il suo godimento.
    
    Solo a quel punto Olga sfilò lentemente la mano e baciò quella figa ormai sazia mentre Emma dava gli ultimi tremiti prima di abbandonarsi senza forze ad un riposo ristoratore.
    
    La lasciammo dormire e mentre ci facevamo una doccia mi feci promettere da Olga che la prossima volta avrebbe fatto anche a me lo stesso trattamento.
    
    "Certo amore, il piacere sarà reciproco, perchè anch'io lo pretenderò"
«12»