1. ci pensa la mamma V


    Data: 07/01/2021, Categorie: Tabù Autore: ringo1960, Fonte: xHamster

    "” “Va bene amore, dai, sdraiati sul letto e apri le gambe..."
    
    Paolo si diresse in camera sua per preparare lo zaino, si sarebbe cambiato prima di andare a letto; Simona che aveva già tutto pronto, andò in bagno per rinfrescarsi in modo da potersi già mettere la camicia da notte.
    
    Si trovarono nel salotto per guardare due minuti di tv, c’era un film interessante e lo guardavano volentieri seduti sul divano.
    
    Fiamma ne ebbe una ventina di minuti, poi passò in bagno ed in camera sua per cambiarsi, tutti e tre eseguivano più o meno lo stesso rito prima di andare a dormire.
    
    Dopo essersi cambiata, tornò in salotto e si sedette tra i due figli chiusa nella sua giacca da camera, che a Paolo sembrava un forziere pieno di ogni bene di Dio.
    
    Prima che finisse il film la madre si alzò: “Beh, io vado a letto - disse - voi volete finire il film?”
    
    “No mamma, io sono pronta vengo ora, ma…ci staremo tutti e tre?” chiese Simona maliziosamente
    
    “Proviamoci, intanto vediamo quanto spazio avanza con noi due, vieni dai”
    
    “Io arrivo tra un pò, tra poco finisce il film e devo ancora passare in bagno e cambiarmi; lasciatemi la porta aperta mi raccomando…” sottolineò scherzosamente Paolo, ma il vero motivo era che lui voleva spiare le sue donne insieme prima che arrivasse lui.
    
    “Va bene ma non guardarci, capito?” disse Simona ammiccando ed intuendo tutto.
    
    Fiamma e la figlia si alzarono ed entrarono in camera lasciando la porta aperta, Paolo finito il film entrò in bagno e poi in camera sua per uscire in due minuti, roba da guinnes.
    
    La porta della stanza matrimoniale era ancora chiaramente aperta e Paolo dal buio del corridoio guardava…
    
    Mamma e figlia avevano tirato il piumone giù fino quasi al fondo del letto, da una parte Fiamma e dall’altra Simona.
    
    Fiamma slacciò la cintura ed aprì la giacca con il sorriso in bocca, era bellissima. Indossava un completino color pesca tutto trasparente, il pelo nero quasi brillava, negli occhi di Simona; la quale si tolse la camicia da notte a cuoricini per sfoderare una mutandina in cotone azzurra e niente reggiseno, in casa non lo portava di solito.
    
    Si guardarono con aria complice e la figlia si accarezzò il seno mostrandolo fiera a sua madre che la guardava compiacendosi della sua creazione, poi slacciò il suo e lo tolse appoggiandolo sulla testiera del letto; la luce morbida della stanza rendeva i movimenti e le linee curve della mamma incredibilmente sensuali.
    
    Simona, ipnotizzata, guardò sua madre aspettandosi qualcosa, infatti sorridendo fece il giro del letto e le disse: “Queste le togliamo anche tesoro?” accarezzandole le mutandine.
    
    “Si mamma, toglimele tu, è una bello quando mi tocchi…”
    
    Fiamma si accucciò e le sfilò gli slip dai fianchi fino alle caviglie, poi rialzandosi fece scivolare le mani lungo le gambe e quando fu all’altezza dell’inguine le baciò dolcemente il giovane pelo che aveva sul pube sentendone il profumo, e continuando la sua carezza passò sui fianchi per arrivare al ...
«1234...7»