1. IRENE FINALMENTE TROIA - Giorno 5 IL VERO TRADIME


    Data: 05/01/2021, Categorie: Hardcore, Anale Prime Esperienze Autore: moniastefania, Fonte: xHamster

    Ore 8 del mattino, mi squilla il cellulare, è il mio amministratore delegato che, dopo aver parlato con Paride, vuole vedermi seduta stante per parlare della mia promozione a responsabile area tecnica.
    
    Mi rendo subito disponibile e mi preparo in tutta fretta mentre Irene dal letto chiede sbadigliando
    
    -quindi stamattina sono libera?
    
    -Nient'affatto, rispondo io, ci vediamo all'ora di pranzo qui e tu mi racconti qualcosa di pepato che hai combinato,ovviamente voglio pure materiale fotografico. Come direbbero a scuola compito a piacere. Ciao More buona giornata.
    
    -Uffaaa. Risponde lei.
    
    La narrazione da questo momento passa direttamente a Irene in prima persona.
    
    Mi stava noiando Michele, mi stava dando fastidio quell'aria di comando più delle porcherie che mi stava facendo fare che, alla fine, in alcuni casi mi avevano pure divertito.
    
    Non mi andava di inventarmi niente, avevo solo voglia di dormire tutto il giorno nonostante la giornata inaspettatamente calda che aveva colpito la nostra bellissima regione meridionale.
    
    Mi strusciavo e ristrusciavo tra le coperte del nostro lettone quando vibrò il telefono,pensavo fosse mia madre e il suo buongiorno mattutino o qualche stupida notifica di foto di qualche gruppo whattsapp e invece, era un sms.
    
    Penso ma chi può essere che invia ancora sms nel 2020,
    
    quando leggo Fausto non ricordo neanche chi sia, poi faccio mente locale e ricordo il tipo che mio marito mi ha buttato nel negozio, l'unico a cui avevo dato il mio cellulare.
    
    Ancora mi domandavo perchè gli avessi dato il cellulare,
    
    Fausto nn era stato niente di che a letto, ma era sembrato come dire "uno di casa", uno di quelli che conosci da sempre.
    
    Non era brutto anzi alto,bel fisico curato, capelli lunghi unti dall'olio, quei tipici provinciali borghesi che mio marito odiava ma mi aveva ispirato fiducia a livello istintivo.
    
    Nel messaggio mi invitava nella sua villa al mare a fare degli s**tti fotografici per pubblicità alla sua seconda attività.
    
    In altri momenti non avrei dato seguito a quel sms, ma visto che dovevo portare a casa qualcosa, gli risposi che andava bene.
    
    Lui,entusiasta,rispose immediatamente come se avesse il telefono in mano, ti passiamo a prendere tra un ora che c'è un pò di strada da fare.
    
    Decido di non esagerare, mi metto un leggins vinilico(unico pantalone insieme ad un altro pitonato permessomi) e una maglia monospalla fucsia oltre al solito decoltè tacco 15 (oramai vivevo su altezze vertiginose).
    
    Appena arrivati, fui subito colpita dal mezzo, un van mercedes con i vetri oscurati.
    
    Fausto mi presentò Aldo,fotografo professionista, e il suo aiuto, un ragazzino di cui non ricordo il nome.
    
    I ragazzi erano seduti avanti, io e lui ci accomodammo dietro in quello che sembrava un salotto di pelle più che l'interno di un auto.
    
    -Innanzitutto ti devo ringraziare per aver accettato.esordì Fausto
    
    -ma che scherzi,anzi dimmi qualcosa sono terrorizzata non ho mai fatto niente di simile. ...
«1234»