1. Una festa di compleanno per arianna


    Data: 31/12/2020, Categorie: Scambio di Coppia Autore: bullboyking20, Fonte: Annunci69

    ... per sceglierle l’abbinamento corretto.
    
    Arianna, incredula a tutto ciò, perché mai Giulio si era prestato a tanto, lo lasciò fare.
    
    Giulio le prese per prima cosa le scarpe, una scarpa aperta nera, con tacco non troppo alto e che si allacciava a x sul polpaccio arrivando appena sotto il ginocchio. Poi passò all’intimo, prese un perizoma nero senza pizzo e lo poggiò sul letto, Arianna disse che non aveva a corredo nessun bel reggiseno per quello e Giulio le rispose che quella sera non l’avrebbe affatto indossato. Il suo seno, una terza piena, era ben tirato su al naturale che l’avrebbe voluta cosi per la sera del suo compleanno. Lei, anche questa volta, acconsentì.
    
    Poi prese l’abito, un vestitino nero a righine finissime grigio chiaro a gonna corta e ondulata molto leggero con spalline molto fine e grossa scollatura. Arianna disse: “ si è molto bello ma non avrò fresco tornando a casa?”
    
    Giulio le rispose: “Non preoccuparti perché prevedo una serata molto calda”.
    
    Arianna sorrise e iniziò a vestirsi come Giulio le aveva chiesto. Poi tornò in bagno a rifinire il trucco e a sistemarsi i capelli.
    
    Giulio tornò da me che balbettava dall’eccitazione e non riusciva a descrivermi cosa le avesse fatto indossare. Facemmo come precedentemente una capatina in bagno.
    
    Giulio scostò appena la porta e vedemmo Arianna che si truccava davanti allo specchio.
    
    Una mano poggiata sul lavandino a sostegno, l’altra che passava il rossetto color carne sulle labbra. Il suo seno stava ...
    ... nel vestitino tirato talmente su che si gonfiava sopra la scollatura. Il culetto spinto in fuori e verso l’alto che le impennava la gonnellina leggera. Le gambe ben dritte sopra quei tacchi e i polpacci racchiusi in quel giro di lacci la rendevano molto sexy.
    
    Arianna era uno schianto! Il profumo inebriante che usciva dal bagno era paradisiaco.
    
    Per noi 2 era una preda troppo appetitosa. Ci saremmo impegnati al massimo. Tornammo subito in cucina.
    
    Giulio mi disse che mi avrebbe chiamato per il vino e per tutto il resto della cena.
    
    L’iniziative le avrei prese solo io, lui era la mia spalla e non viceversa.
    
    Eravamo già eccitati ma occorreva molta lucidità.
    
    Si inizia!
    
    Arianna uscì dal bagno, attese Giulio che le prese subito la mano, si scambiarono i complimenti per l’abito, anche Giulio era in giacca azzurra e cravatta abbinata, e si diressero verso la porta.
    
    Ma Giulio l’accompagnò in sala tenendole gli occhi coperti con le mani.
    
    Arrivati davanti la tavola le liberò gli occhi e le disse: “sorpresa”.
    
    Arianna osservò la tavola, si girò verso di lui e sorridendo gli disse: “ che scemo che sei”
    
    Giulio le scostò la sedia e la fece sedere, poi si sedette lui.
    
    Si guardarono in faccia per qualche secondo, erano uno di fronte all’altra, poi Arianna gli chiese: “ e … cosa mangiamo?”
    
    Giulio a voce alta esclamò: “possiamo avere del vino come aperitivo?”
    
    Presi la bottiglia di prosecco con la mano destra, misi il tovagliolo rosso sul braccio sinistro e ...
«1234...8»