1. Ricordi 7


    Data: 26/12/2020, Categorie: Scambio di Coppia Autore: giov60, Fonte: Annunci69

    Nella tarda mattinata, è un venerdì, si parte alla volta di una non ben precisata località, se non ricordo male, nei pressi di Marina di Ragusa. Lì ci aspetta una facoltosa coppia per la festa di compleanno della signora che varcava in quel giorno la soglia dei 45 anni. Con due auto, noi due con nostra figlia e Rosario, nell’altra Ignazio Concetta, Franco e Lorella, dopo un lungo tragitto, arriviamo quasi sulle rive del mare in una villa isolata che dall’esterno era abbastanza anonima, ma che, varcato il cancello del parco, di rivela essere una sontuosa abitazione con annesso due dependance e due piscine una delle quali da far invidia ai comuni mortali. Ci sentiamo in forte imbarazzo, che aumenta quando veniamo presentati ai padroni di casa: lui di oltre cinquant’anni, ma prestante e di una eleganza che ricordava l’avv. Agnelli, la signora invece bellissima ricordava, anzi era la sosia, per quanto le rassomigliasse, di Milly D’Abbraccio prima maniera e, come una pornostar, aveva un certo che di volgare, ma molto attraente. Dopo i convenevoli di rito, mentre arrivavano gli altri ospiti, la signora ci accompagna verso una delle dependance, dove tre accoglienti mini appartamenti ci aspettavano. La festa inizia all’imbrunire in una parte del parco ci sono i ragazzi che si affollano attorno alla piscina posta dietro la villa, mentre gli adulti prendono posto sul lato del parco che è prospicente la piscina più grande sotto diverse tende arredate con comodi divani. In tutto saremo state una decina di coppie. Non sapevamo della piscina per cui non avevamo portato i costumi, ma in camera troviamo tutto il necessario: costumi e accappatoi a scelta. La cena viene servita a bordo piscina da una scelta servitù composta da due donne e due uomini tutti di colore. I maschi hanno una pelle nero ebano e sono aitanti come i Bronzi di Riace. Le donne anch’esse molto belle hanno una carnagione appena più chiara.
    
    Come era accaduto durante la nostra precedente presenza in terra siciliana, nonostante non fossimo la coppia più bella, eravamo sicuramente quella più desiderata. Tutti facevano a gara per conoscerci e questo provocava in Ignazio e Concetta un moto di gelosia che divenne palese all’arrivo della torta. Al brindisi la festeggiata, con indosso un vestitino di lamé dorato molto corto e scollato, si tuffa in piscina seguita da molti dei presenti io compreso. Dopo poche bracciate si avvicina e sento che mi stringe il cazzo approfittando che l’acqua impedisce ai più di vedere bene. La sua bocca si piega in una smorfia di apprezzamento e mi dice che io e Gina saremo ospiti della sua camera da letto. Aiutata dal marito esce dall’acqua offrendo a tutti i presenti la splendida visione del suo scultoreo corpo per nulla nascosto dal vestito che le si è letteralmente appicciato addosso. Non contenta, si sgancia la spallina che teneva su l’abito e lascia che questo, con una mossa molto aggraziata da parte sua, scivoli a terra lasciandola completamente nuda: un seno ...
«123»