1. Sfida di karate1


    Data: 26/12/2020, Categorie: Feticismo Autore: UnTizioACaso, Fonte: EroticiRacconti

    Flavia: "avanti, che stai aspettando? pulisci il mio piede con quella tua lingua"
    
    Se vi state chiedendo come siamo arrivati a questo punto tocca fare un passo indietro di qualche ora, intanto mi presento,mi chiamo Lorenzo ho 14 anni, di statura media, capelli biondi con un piccolo codino, ho una sorella più grande di me di 2 anni, anche lei di statura media, capelli sempre biondi e lunghi, mani e piedi ben curati(porta un 39/40 di piede) pratica karate da quando aveva sei anni ed è cintura nera, io invece solo da un mese e quindi sono ancora alla primissima cintura, ovvero la bianca, tuttavia non mi mancava certo la presunzione, ero convinto che i maschi fossero molto più forti delle femmine nelle attività fisiche anche con poco allenamento, un giorno, mentre stavamo nella casa delle vacanze per l wek-end, finito il suo allenamento in giardino e dopo le mie ulteriori prede in giro al suo impegno, mia sorella mi sfido una combattimento per dimostrarmi che le mie convinzione sulla superiorità dei maschi fossero sbagliati.
    
    Flavia:"Se credi veramente di essere più forte di me aventi dimostrarlo, ti sfido:
    
    Io:" Ahahah dai non potrai mai vincere, io sono un maschio e tu una femmina, la.mia superiorità è troppa"
    
    Flavia:"se è così che la vuoi mettere non dovresti avere problemi a battermi no? quindi perché rifiutare, non hai niente da perdere"
    
    Io:"non mi serve a niente dimostrarti la mia superiorità, non ci perdo niente a batterti in poco tempo ma non ci guadagno nemmeno"
    
    Flavia:"È un guadagno che vuoi? Bene! Allora facciamo che chi perde diventa schiavo del vincitore per un mese. Ci stai?
    
    Io:"se proprio vuoi farmi da schiavetta per un mese non ho nulla in contrario, basta che poi non ti laminati quando ti ordinerò di leccarmi i piedi ahahah"
    
    (molto probabilmente questa è la frase che meno avrei dovuto dire nell'occasione)
    
    Flavia:" benissimo vado a preparare il tappeto tu intanto vai a cambiarti"
    
    *10 minuti dopo*
    
    Io:" ok sono pronto per batterti(sempre la mia stramaledetta sfacciataggine)
    
    Flavia:"Benissimo, vedo che almeno non i sei tirato indietro, facciamo che vince chi riesce a portare l'avversario alla resa?"
    
    Io:"Mi va benissimo, spero che ti sia ricordata della scommessa?"
    
    Flavia:"Si, si tranquillo, che perde diventa schiavo del vincitore per un mese"
    
    Io:"Perfetto, iniziamo allora"
    
    Vorrei tanto stare qui a descrivervi come andò la sfida, ma non penso abbia una qualche utilità, duro circa 4 minuti, mi umilio completamente senza che io potessi fare nulla. Dopo la mia resa si mise a ridere di me mentre di toglieva la cintura e la usava per legarmi le mani dietro la schiena, provai una qualche reazione, ma lei mi blocco mettendo il ginocchio sulla schiena e premendo fino a farmi urlare di dolore, tuttavia non vera nessuna poté sentirmi, eravamo in campagnia e stavamo solo io e lei a casa
    
    Flavia:"avanti smettila di fare il bambino, hai perso e ora devi pagare quindi taci"
    
    la crudeltà delle sue parole ...
«1234»