1. Cleptomania


    Data: 17/11/2020, Categorie: Dominazione / BDSM Autore: clod54, Fonte: EroticiRacconti

    Cleptomania cap 1
    
    Una signora bene in vista figlia del vice presidente della regione, moglie del figlio di un industriale della zona, alta mora 45anni, conosciuta da tutti e ammirata dalla sua bellezza.
    
    Sposata da oltre quindici anni un figlio nato subito dopo il matrimonio , sempre elegante e sempre in giro per i negozi a caccia dell’ultima novità e per uccidere la noia della monotona provincia
    
    Antonella era il suo nome , conosciuta da tutti e anche criticata da molti per il suo modo di fare altezzoso e consapevole di essere protetta per via delle conoscenze politiche del padre
    
    Saltuariamente lavorava presso l’azienda del suocero , lo faceva quando c’era bisogno di sostituire qualche segretaria poi per i restanti giorni l’unica vera attività era girare i negozi
    
    Quando aprirono il grosso centro commerciale fu per lei una vera manna . Ci passava quasi tutte le mattine girandolo tutto e non passava inosservata data la frequenza e la sua presenza con abiti piuttosto attillati e corti
    
    Era chiaro che era una donna annoiata , tolti un paio di viaggi di vacanza all’anno il resto lo passava in paese
    
    Aveva due amiche con le quali si vedeva spesso , una sorella altrettanto bella e il marito con il quale aveva un buon rapporto anche se lo riteneva un ossessivo dal momento che gli chiedeva rapporti sessuali giornalieri e cercava variazioni che lei riteneva inutili e fastidiose
    
    Quello che la faceva imbestialire era la mania di lui di infilargli un dito nel culo durante il coito. Gli dava fastidio lo riteneva una cosa sporca e diceva che gli faceva solo male
    
    Ogni volta che accadeva si irrigidiva e spesso interrompeva la scopata incazzata come una bestia
    
    Anche con il rapporto orale aveva i suoi limiti, era brava teneva il cazzo in bocca lavorando con la lingua sul glande da farlo scoppiare ma non voleva che gli si eiaculasse in bocca perché asseriva che avrebbe vomitato
    
    Il marito la paragonava ad una ferrari senza motore, ma lei prepotente e viziata non cedeva in nessuna maniera restando ferma sulle sue convinzioni, convinta che solo quello che diceva lei fosse la verità ,approfittando che il marito travedeva per lei e ne era gelosissimo.
    
    La mattina Antonella usciva e ormai andare nel grosso centro commerciale era come andare in chiesa . Provava vestiti , guardava la bigiotteria , l’oreficeria , gli ultimi ritrovati di cosmetica .
    
    Gli addetti alla sorveglianza , ragazzi sulla trentina, se la gustavano e sgomitavano soprattutto quando si curvava sui banchi esponendo ulteriormente le lunghe cosce e il culo gli si modellava sotto la gonna e fantasticavano su cosa gli avrebbero voluto fare immaginando che ciclone sessuale potesse essere.
    
    Una mattina seguendo il movimento delle chiappe e delle cosce si accorsero che l’avvenente signora sottraeva profumeria e la nascondeva nella borsa
    
    Pensarono che una volta alla cassa la tirasse fuori ma no fu così e allora una volta all'uscita gli chiesero di seguirli in ufficio
    
    Cercò ...
«1234...13»