1. UN GIORNO IN BARCA


    Data: 13/11/2020, Categorie: Etero Sesso di Gruppo Lesbo Autore: brunabruni1, Fonte: RaccontiMilu

    UNA GIORNATA IN BARCA
    
    Lo scorso mese di maggio un weekend ci siamo recati alla stazione balneare dove di solito passiamo le vacanze e dove mio marito ha una barchetta nel rimessaggio di quel luogo.
    
    Nostra fortuna due giorni indovinati, sole, belle giornate e mare calmo come una tavola.
    
    Decidiamo che la domenica la passeremo in barca, mio marito si reca al rimessaggio e fa rimettere a posto la barca in modo che possa navigare senza problemi.
    
    La sera passa tranquilla, ci rechiamo in un ristorantino di nostra fiducia e passiamo la serata ridendo e scherzando (stavamo in camera di una coppia perché alloggiavamo in albergo) ricordando anche certi momenti passati insieme (diciamo) senza vestiti’ahahahahahah
    
    Ci siamo un po’ eccitati e i maschietti hanno messo in mostra i loro strumenti belli carichi, ma io ho raffreddata la situazione dicendo:
    
    ‘Ragazzi, buoni che domani ci attende una giornata di mare, quindi non possiamo stancarci’
    
    Verso mezzanotte andiamo tutti a dormire nelle proprie camere.
    
    La mattina di buon’ora (circa le 9) tutti pronti per partire in barca’ci eravamo fatto preparare dal ristorante dell’albergo dei panini e bevande varie.
    
    Tralascio i preparativi e arriviamo subito in alto mare’ci siamo portati a circa 3 miglia dalla costa, dicevo mare calmissimo, sole buono non un caldo eccessivo, insomma tempo ideale’..
    
    Siamo tutti/e in costume da bagno, ma io prendo l’iniziativa e mi tolgo il reggiseno invitando anche le altre a farlo, i maschi non avendo il reggiseno da togliere ne approfittano e si tolgono il costume liberando all’aria aperta i loro cazzo quasi pensolanti, solo un po’ a mezza altezza ma niente di più.
    
    Io mi avvicino a mio marito e glie lo prendo in mano dicendo che lui certe figure non le deve fare, quindi lo stimolo e glie lo faccio diventare duro, quindi lo accompagno vicino ad una delle componenti il gruppo e la invito a succhiarglielo, non se lo fa ripetere e in un attimo il cazzo di mio marito scompare nella bocca di lei, naturalmente la scena eccita anche gli altri che mostrano subito le loro verghe pronte all’uso, senza dire niente ma solo guardandoci in faccia noi signore (perché siamo delle signore!!!!!) ci sfiliamo gli slip del costume e facciamo prendere aria anche noi alle nostra vogliosissime fighette”
    
    Mentre mio marito si fa succhiare dalla pompinara di turno, io faccio distendere sopra ad un materassino uno degli altri due e invito l’altra amica a posizionarsi a gambe larghe sulla faccia di lui per farsi leccare la figa, io mi inginocchio, mi chino in avanti e ingoio il cazzo di quello disteso sul materassino”..mentre comincio a succhiare con avidità posiziono alla pecorina, il marito di quella che sta facendo il pompino a mio marito, mi si piazza dietro alle natiche e in un attimo mi penetra in figa alla pecorina, comincia uno stantuffamento da urlo, io sto impazzendo e succhio sempre con maggiore avidità il cazzo che ho a disposizione mentre lui lecca come se leccasse un ...
«123»