1. Arrivai ancora giovane ma non più illibata


    Data: 12/11/2020, Categorie: Feticismo Maturo Tabù Autore: Batman_112, Fonte: xHamster

    Nostra madre e il nostro patrigno erano morti due giorni prima in un incidente stradale mentre tornavano dalla città dopo aver fatto spese. Erano partiti il giorno precedente perché dovevano visitare un po' di negozi per trovare quello che era indispensabile per la fattoria. Un non so che cosa per il trattore. Non mi sono mai interessata alla fattoria. La detestavo. Per colpa del nostro patrigno vivevamo sostanzialmente isolati dal resto del mondo. L'unico contatto col mondo esterno era la TV e la piccola scuola, ma i compagni avevano solo terre, raccolti e vacche nel cervello.
    
    Io e i miei due fratelli eravamo diversi. Non ci piaceva restare qui, ma per colpa dell'accordo di divorzio firmato anni addietro dai nostri genitori eravamo stati affidati alla mamma. E papà se ne andò in California.
    
    Comunque c'era già stato il funerale, e mamma e Wyatt erano stati sepolti nel cimitero comunale, in tutta fretta e senza altri presenti se non i cittadini della nostra piccola comunità rurale affacciata sul lago Michigan. 300 anime, neonati compresi.
    
    Avevamo affittato il terreno e la casa, e venduto gli a****li ai nostri vicini. E se poi l'avessero voluto comprare, avevamo dato l'incarico all'unica banca cittadina di gestire la vendita.
    
    L'unica cosa che mi dispiaceva davvero era lasciare Derrick, il mio cavallo. Passavo interi pomeriggi a cavallo nella prateria. Ma non potevo attraversare gli States con il cavallo appresso. Nostro padre viveva in città e non c'era posto per un cavallo nel giardino di casa.
    
    La sola cosa che so per certo di mio padre è che non si è mai risposato e che lavora nel settore cinematografico. Come una buona parte degli abitanti della zona di Los Angeles. Avevamo solo lui, ora.
    
    Così, Rick acquistò a poco prezzo un furgone chiuso, lo caricammo di tutte le nostre cose e partimmo.
    
    Richard, Rick è il mio fratello maggiore e Matthew, Matt, è il mio fratello minore. E io Annie, sono quella che sta nel mezzo.
    
    — Mi sto annoiando a morte — dissi dopo due ore di viaggio. E ne avevamo ancora un bel po' davanti… Quattro giorni di viaggio stimati, prendendocela comoda anche cinque o sei.
    
    La nostra destinazione è Burbank, nella San Fernando Valley, a 4000 km di distanza da quello che era stato il nostro mondo. Papà lo sapeva che stavamo arrivando e ci stava aspettando. Ha detto anche che ci sarebbe stata una sorpresa per noi, quando saremmo arrivati.
    
    Contavamo di fare all'incirca mille km al giorno, alternandoci alla guida del furgone e fermandoci solo per mangiare e dormire.
    
    — Io conosco un bel modo per passare il tempo — disse Matt sorridendo.
    
    — Già… lo immagino — risposi al mio fratellino segaiolo, noto per le sue attività sessuali.
    
    — E che c'è di male? È divertente!
    
    Per conto mio (e non ditelo a nessuno, eh…) ero ancora vergine. Avevo succhiato il cazzo di due miei compagni di scuola, ma nulla di più. I miei compagni erano tutti degli sfigati… non valeva neanche la pena di impegnarsi con nessuno di ...
«1234...11»