1. Moglie bacchettona


    Data: 07/10/2020, Categorie: Sesso di Gruppo Maturo Autore: lorenzoz68, Fonte: xHamster

    Bacchettona
    
    Avere una moglie bacchettona dopo i 35 anni vuol dire aver sciupato gli anni della maturità sessuale quando il vigore permette prestazioni soddisfacenti e le preoccupazioni della maturità non incidono sulla libido.
    
    Nel mio caso si era andati oltre. Il sesso era sporadico e senza novità. Il sabato sera lei andava in bagno, ne usciva nel suo pigiama azzurro, si infilava nel letto dicendo: “dai!”
    
    Io mi spogliavo, lei si spogliava, io mi toccavo per raggiungere l’erezione, lei allargava le gambe e senza preliminari che potessero lanciare la nostra libido, preparava la sua pigra passera ad accogliere il mio pisello deluso. Poche spinte, lei rimaneva con la maglia del pigiama, dopodiché dopo essermi sincerato che lei avesse raggiunto il piacere – timido anche lui – uscivo di corsa eiaculando sulla sua pancia. Così da anni.
    
    Non volevo tradirla perche da lei avrei voluto maggior trasporto e quella giusta dose di passione e creatività che del sesso sono i pilastri. Non voleva che gliela leccassi, non voleva che ci giocassi, non amava prendermi il pisello in bocca, insomma, c’era stata una regressione che mi stava portando ad uno stadio di agonia della mia sessualità.
    
    La sua amica Antonella invece veniva da una adolescenza estremamente attiva ed una gioventù dove aveva dato il meglio di sé. Il matrimonio aveva contenuto ma non circoscritto la sua passione per il sesso che consumava con suo marito, un tipo simpatico, prototipo del family man con il quale divideva la sua vita. Con Antonella mi ero confidato già tante volte, lei rideva sebbene comprendesse il mio disagio. Su face book mi scrisse un messaggio: sabato ti faccio vedere cosa ho preparato! Sabato avremmo cenato a casa di Antonella, io non le risposi ma sperai in qualche buona idea durante il viaggio che separava casa nostra dalla sua.
    
    Suo marito Enrico ci accolse con del prosecco (il drink preferito della mia consorte) con il quale brindammo sulla soglia di casa. La cena fu veloce e presto ci trasferimmo nel salotto dove un divertito Enrico stappò la terza bottiglia di prosecco.
    
    “Tanto domani non lavoriamo!” Esclamò Antonella.
    
    “Allora, stasera si gioca al gioco della bottiglia come si giocava anni fa!” Maria, mia moglie rise divertita, “Va bene, però la stretta di mano togliamola come penitenza, ci vuole qualcosa di più stimolante!”
    
    Cominciamo a far ruotare la bottiglia sul pavimento.
    
    Antonella annunciava le penitenze: “bacio con la lingua!” La bottiglia si fermò prima da me poi da mia moglie. Ci scambiammo un bacio come ai vecchi tempi; sentì che dai piani bassi qualcosa si muoveva, un bacio di mia moglie mi aveva eccitato. Antonella spense tutte le luci lasciando quattro candele colorate. “Allora … vediamo chi si mostra al meglio…uomini a torso nudo, femminucce in topless, via!” Girò la bottiglia che si fermò da suo marito e da Lucia che attaccò a ridere con Antonella. L’idea che Enrico potesse vedere le tette di Lucia mi piacque, tornata dalla camera da ...
«123»