1. Trasferta speciale (seconda parte)


    Data: 18/09/2020, Categorie: Gay / Bisex Autore: freddy15, Fonte: Annunci69

    Tutte le sere dopo il lavoro mi trobabo con Marco che mi ha portato anche a conoscere la movida milanese. E' sicuramente una persona simpatica e socievole e molto conosciuto nei locali. Comunque ogni serata finiva inevitabilmente nel suo letto ed io oramai entrato in confidenza davo sfogo del mio essere porco a letto e Marco gradiva molto visto che non sembrava mai stanco di divertirsi con la "sua troia" come ormai mi appellava con un misto di autoritarismo e di simpatia.
    
    Abbiamo fatto sesso in tutte le posizioni possibili, il mio culo era ormai abituato alla misura notevole della sua cappella che ci scivolava dentro senza più fatica. Giorno dopo giorno Marco diventava sempre più porco ed esigente. Apprezzava molto farmi leccare a lungo il cazzo le palle e soprattutto il buco del culo avendo capito anche quanto piacesse a me farlo. La terza sera, dopo aver scopato e goduto alla grande, mentre eravamo sdraiati uno a fianco dell'altro vedendo il suo cazzo ancora mezzo duro non ho resistito e mentre ci riposavamo ho iniziato a leccarlo con dolcezza. Marco ha apprezzato molto e mi ha detto: "brava la mia troia, d'ora in poi voglio che me lo lecchi sempre dopo che ti ho scopato!", e così fu nei giorni successivi.
    
    Gli leccavo lentamente il cazzo ancora odoroso dell'amplesso e dopo un po' ricominciava l'erezione, ma mi chiedeva di andare piano e di continuare a leccarlo piano senza toccarlo con le mani. A volte aspiravo la cappella e la succhiavo piano e lui gradiva molto e continuava a chiamarmi "troia" a dirmi che ero un succhiacazzi insaziabile di cazzo. Ed io mi eccitavo sempre più sia perché il suo cazzo mi piaceva da morire sia per le cose che mi diceva. Quasi tutte le sere si sono concluse con almeno due scopate anche se una sera anziché scoparmi il culo per la seconda volta ha preferito scoparmi la bocca per un tempo infinito fino a svuotarsi in bocca quasi gridandomi alla fine di ingoiare tutto cosa che ho fatto con molto piacere!
    
    Le sere si sono susseguite così fino a venerdì e io passavo dall'hotel solo la mattina a cambiarmi visto che ho sempre dormito da lui. Tra l'altro dalla terza mattina al risveglio Marco ha iniziato a pretendere un pompino prima che uscissi per andare al lavoro. Nonostante l'età era sempre pronto con il cazzo reattivo e sempre voglioso.
    
    Una vera macchina del sesso! Al risveglio si sedeva sul letto e mi diceva: "dai fammi un pompino" sorridendo, ed io da bravo eseguivo, succhiandolo con passione e come ormai avevo capito gradiva e quasi pretendeva sempre senza fermarmi. Per quattro giorni ho fatto colazione con una discreta dose di sborra!
    
    Poi passavo in hotel mi cambiavo e andavo al lavoro soddisfatto pensando a quanto speciale fosse diventata quasta trasferta con la conoscenza di Marco! Infatti mi dispiaceva che oramai il giorno del ritornoa casa fosse arrivato.
    
    Comunque avevo deciso di fermarmi anche il sabato per passare un'ultima serata con Marco che mi aveva promesso una serata ...
«123»