1. Amburgo, Diario segreto


    Data: 16/09/2020, Categorie: Etero Sesso di Gruppo Autore: framar61, Fonte: RaccontiMilu

    ... sono ora belle bagnate, dentro e fuori, e le guardo a gambe belle aperte.
    
    A cazzo lungo e duro mi infilo Alina in una frazione di secondo. Zam! e le sono dentro fino in fondo, sbattendole le palle da sotto sul clitoride. Lancia un sospiro profondo come un rantolo che si trasforma sempre più in ansimo ritmato sulla velocità dei mie colpi. Da giorni non faccio sesso e ho proprio voglia di scopare. Scopare selvaggiamente, e questa figa bella stretta mi fa proprio sentire bene. Appagato. Alterno colpi forti e profondi a rotazioni di bacino più sensuali, che mi fanno percepire bene il suo dentro. Intanto prendo Laura e me la dispongo dietro, con una mano sul pancino tiro Alina contro di me, e con una mano sul culo trattengo Laura contro i miei glutei e la mia schiena. Andiamo avanti all’unisono in tre senza cambiare posizione per lungo tempo. E intanto mi alterno la lingua di Laura e quella di Alina. Sento che il contatto della pelle e la frequenza cardiaca ci fa sudare e così lubrificati i nostri corpi scivolano bene tra loro.
    
    Estraggo il cazzo, mi sfilo il preservativo, mi giro e abbasso repentinamente con una leggera spinta sulle spalle Laura. Capisce immediatamente e mi prende il cazzo di marmo in bocca. Che lingua morbida che ha! Che tocco lieve. Con tanta saliva me lo accoglie in bocca, non è gola profonda, non le sento le tonsille sulla punta, ma se lo inghiotte oltre la metà e a labbra estroflesse si fa passare la mucosa umida della bocca schioccandola sulla cappella scoperta.
    
    Anche Alina si inginocchia e così mi penetro anche lei. Apre la bocca, tira fuori la lingua lasciandola penzoloni e aspetta che sia io a infilarglielo. Le tengo ferma la nuca da dietro e do una stoccata di reni fino a sentire il mio cazzo di legno fin dentro, dove più in fondo sembra non poter andare. E invece no. Alina con gesto veloce e deciso di testa, accompagnato da un verso gutturale come di conato di vomito, si inghiotte quegli ultimi 3 o 4 centimetri rimasti fino alla gola, nel punto in cui la trachea si stringe che ti sembra di penetrare un orifizio anale vergine.
    
    Rimango lì incastrato. Lei a bocca spalancata, e Laura che da sotto dà colpetti di lingua alternando il mio scroto e la lingua di Alina. Faccio gocciolare saliva nelle bocca di Alina e così ben lubrificato entro ed esco dalla sua gola, fino quasi procurarmi un orgasmo. Ma stringo i muscoli, lo ricaccio indietro e poi ancora mi porto quasi all’orgasmo.
    
    Voglio godere gli amplessi ancora a lungo però.
    
    Preservativo e prendo Laura per il bacino. Quasi soppesandola la posiziono in ginocchio sul letto. Si inarca dandomi il suo culo a gambe larghe. Appoggiata una guancia al letto e guarda dritta nei miei occhi. Le dilato le chiappe affondandole le dita nella carne. Apro il suo taglietto lasciando intravedere il rosa, e dico ad Alina di irrorarlo bene di saliva. Lei questo buchetto prima se lo lecca, poi gli infligge una bella penetrazione a dita unite e ancora gli sputa una saliva viscida tra ...
«1234...»