1. Le gocce magiche


    Data: 15/09/2020, Categorie: Sesso di Gruppo Autore: 1948, Fonte: RaccontiMilu

    ... troia e che non era la prima volta che si faceva inculare.
    
    Iniziai così la più bella inculata della mia vita, prima lentamente e poi sempre più svelto eccitandomi ancora di più nel vedere il godimento sul viso di mia sorella mentre la mamma le leccava la figa.
    
    Infine la avvertii che le stavo per riempire l’intestino di sborra e con il suo consenso le sborrai tanto dentro l’intestino quel dolcissimo culo che a sua volta bagnava la mia mano con cui le sgrillettavo la figa ed a seguire venne anche mia sorella che si stava gustando un mondo la leccata.
    
    Estratto il cazzo dal culo andai in bagno per ripulirlo e durante il lavaggio pensai ad un pompino da parte di mia sorella ma al rientro in soggiorno ho trovavo loro due che si stavano gustando uno splendido 69 con mia sorella sopra la mamma.
    
    La posizione era un invito a leccare il culo di mia sorella e con le mani palpeggiare le giovani tette sode e con i capezzoli eretti e duri dal godimento.
    
    La posizione era anche invitante per inculare mia sorella ma per ora detti la precedenza al pompino che già mi immaginavo meraviglioso.
    
    Dopo diverse leccate sul buchetto di mia sorella lei, sgrillettandosi, veniva ancora bagnando il viso della mamma che beveva il tutto soddisfatta. Poi tra femmine si presero tra le mani i volti e si baciarono.
    
    Mi intromisi e preso con le mani il viso di mia sorella la baciai sulle labbra finendo per andare ad incrociare la sua lingua con la mia.
    
    Nel momento in cui mi ricambiava il bacio, le spingevo delicatamente il viso sul mio cazzo che era tornato duro e grosso.
    
    Mia sorella iniziò a leccarmi il glande delicatamente tanto che sembrava avesse paura di ferirlo o fargli male. Muoveva la lingua con dolcezza eccitandomi e portava allo stesso tempo la mia mano sul buco del suo culo dove infilai due dita dentro. Ciò provocò lo sgrillettamento della figa dovuto all’eccitazione di avere le mie dita nel retto.
    
    Il trattamento di mia sorella mi stava portando inesorabilmente ad un orgasmo incredibile; infatti lei sentiva che stavo per godere e cazzo fino in fondo alla gola. Dopo due volte che mi mandò nella sua gola profonda le regalai una quantità industriale di sborra ed anche la mamma, che ci guardava facendosi un ditalino sontuoso, pochi secondi dopo ripeteva la sua schizzata di miele che ora potevo gustare.
    
    mentre mia sorella si andava a rinfrescare mi sono sdraiato sul divano accanto alla mamma e senza darmi tregua, mentre ero disteso supino, la mamma si mise al mio fianco e iniziava a leccarmi il cazzo che era a riposo affaticato; in pochi secondi è però riuscita a farlo rialzare di nuovo. Poi presa la bottiglia dell’olio mi ungeva bene la cappella e salita a cavallo su di me se lo puntava di nuovo sul buco del culo e scendeva impalandosi.
    
    Mia sorella, che era ritornata dal bagno, vedendo la scena, salì a cavallo sul mio viso poggiandomi la figa sulla bocca. Da quella posizione vidi che leccava le tette della mamma alternando baci incredibili ...