1. I DESIDERI DEL MARITO….VANNO ESAUDITI


    Data: 26/08/2020, Categorie: Autoerotismo Cuckold Sesso di Gruppo Autore: Vecchiobambino, Fonte: RaccontiMilu

    Marco era uscito presto dall’ufficio quella sera’..voleva arrivare a casa da Anna prima del solito perché gli era presa la voglia di lei e lei gli aveva fatto capire che quella sera lo avrebbe sorpreso’chissà cosa aveva in mente di fargli’.”erano sposati ormai da qualche anno, ma ancora la desiderava ardentemente, non era mai sazio del suo corpo, dei suoi seni rotondi, della sua fica profumata, delle sue natiche importanti. Lei gli si concedeva completamente, non gli negava nulla, a volte la sua fantasia sessuale superava quella di Marco, che della cosa non poteva che compiacersi.
    
    Avrebbero potuto andare a cena fuori dopo aver fatto l’amore in tutti i modi, dopo essersi leccati, penetrati, odorati, dopo essersi scambiati i fluidi corporei che avrebbero assaporato avidamente. L’eccitazione in Marco era già evidente e si teneva la borsa davanti perché non si vedesse che aveva il cazzo già in tensione.
    
    Arrivò alla porta di ingresso e non volle suonare”.voleva sorprenderla”.arrivare all’improvviso e cominciare a spogliarla”’.carezzarle i seni, sentire i capezzoli che subito diventavano turgidi e sentire le mani di Anna che cercavano bramose il suo cazzo.
    
    Aprì lentamente senza fare rumore”’fuori era già buio e lui vedeva una luce filtrare dalla porta socchiusa della camera da letto, si avvicinò e stava per aprire quando sentì un mugolìo. Si accostò piano alla porta e sbirciò all’interno’..vide la luce accesa dell’abat jour e un corpo sdraiato sul letto’.era un uomo completamente nudo e su di lui stava Anna”.era in tiro coi tacchi alti e le autoreggenti, era chinata sul suo ventre e”.non credeva ai suoi occhi’.gli stava succhiando l’uccello. Su e giù delicatamente’..le sue labbra lo scappellavano e lo inghiottivano, poi lo faceva uscire dalla bocca e poi di nuovo lo faceva scomparire nella gola” Marco era affascinato, non sapeva cosa provava, era incazzato ma anche arrapato”Anna sembrava una troia in piena regola, espertissima di pompini, sembrava che non avesse mai fatto altro’.. L’uomo si teneva con le mani alla spalliera del letto”. Mugulava del piacere che quel pompino di classe gli procurava mentre Anna impassibile lo leccava, gli carezzava l’asta e se la faceva sparire in gola”era come allucinata” apriva la bocca per farlo andare più giù nella gola, poi prendeva fiato per respirare e intanto un fiotto di saliva le colava ai lati delle labbra e poi, aprendo sempre più, inghiottiva quel cazzo con voluttà, muoveva le labbra per farlo andare in profondità, il rimmel le colava dagli occhi perché le uscivano le lacrime dallo sforzo e ad un certo punto Marco non vide più il cazzo’..era piantato profondamente dentro la bocca di Anna”il suo naso toccava la pancia dell’uomo e sul mento aveva le sue palle’.era una scena sconvolgente e Marco non sapeva più neanche dove fosse”.calò i pantaloni e prese il cazzo tra le mani cominciando a menarselo selvaggiamente”.Come era troia Anna’.non lo aveva mai fatto con lui.
    
    Questa scena la aveva vista solo ...
«1234...7»