1. Un pieno di…


    Data: 31/07/2020, Categorie: Gay / Bisex Sensazioni Sesso di Gruppo Autore: Feelrouge, Fonte: RaccontiMilu

    Anche questa giornata lavorativa &egrave finita, si torna a casa. Altri 10 km di auto e sono finalmente nel mio piccolo nido, non vedo l’ora di togliermi questi tacchi, per farsi notare bisogna soffrire e 10 cm di tacco sono una tortura, però gli sguardi fugaci di chi mi sta intorno mi soddisfano e ripagano ampiamente. Caspita avevo dimenticato di far benzina, poco male cinque minuti in più non sono la fine del mondo. Poi passare da quel distributore mi &egrave sempre piaciuto, ci sono quei due moretti niente male. Son simpatici, allegri, sempre pronti a darti una mano, sembrano molto uniti, piuttosto complici, direi più che amici’ chissà magari sono gay vallo a sapere, a me sono molto simpatici, poi hanno un bel fisico entrambi. Com’&egrave che si chiamano? Lalas e Felipe credo, un pensierino ce lo farei. Eccomi arrivata, ‘Ragazzi scusate, mi fareste il pieno? Magari anche una pulita ai vetri non sarebbe male’ ‘Certo bella signora siam qui tutti per te” Son proprio bravi sti ragazzi, quasi quasi mi diverto un po’ con loro, provo a stuzzicarli vediamo se sono gay oppure &egrave solo una mia impressione. Mi giro nascondendomi un po’, apro il giaccone e sbottono qualche bottone della camicia, giusto a far velare il mio reggiseno di pizzo nero trasparente, alzo un po’ la gonna mezza coscia e mi rimetto in posizione di guida. Eccolo, &egrave Felipe che sta pulendo i vetri, mi guarda, i suoi occhi scendono verso la scollatura mentre cerca malamente di pulire il parabrezza. Abbasso il parasole in cerca dello specchio e soprattutto nascondo il mio sguardo. Prendo una matita per gli occhi e comincio a truccarmi allungandomi verso lo specchio. Dietro Lalas continua a riempire il serbatoio ignaro di tutto, mentre Felipe continua a godersi lo spettacolo. Ne ho certezza quando vedo la sua mano scendere verso i pantaloni come a sistemarsi il ‘pacco’ che comincia a sbottare nei pantaloni. La situazione mi piace, il distributore &egrave vuoto da occhi indiscreti, magari ne approfitto per divertirmi ancora un po’ almeno finch&egrave non arriva gente. Rimetto a posto lo specchio e nel movimento faccio salire ancora un po’ la gonna, dal parabrezza si intravede li sotto che il reggiseno fa parte di un completino di pizzo nero trasparente. Rimetto a posto la matita per gli occhi e nel girarmi verso la borsa sbottono ancora un bottone della camicia. Torno in posizione guida, la camicia &egrave quasi inutile, mi stiro un po’ alzo le braccia poi le allargo, il mio seno si mostra velatamente sotto il pizzo, i mei capezzoli sono turgidi dal freschetto. Felipe ha finalmente capito il gioco; ‘Mi scusi signora mi sembra che ci sono delle macchie all’interno del parabrezza se vuole le pulisco’ ‘Felipe giusto?’ ‘Si signora mi chiamo Felipe’ ‘Certo fai pure, devo ringraziarvi’ Apro completamente lo sportello restando seduta in macchina. Lui resta fuori con i piedi e le gambe ed infila la testa e corpo in macchina verso il vetro anteriore a cercare macchie inesistenti ed ...
«123»