1. Incubo di mezza primavera prima parte


    Data: 31/07/2020, Categorie: Anale Dominazione / BDSM Sesso di Gruppo Autore: katyslut, Fonte: xHamster

    Questa è la prima volta che scrivo una storia.. Beh io sono Katia, 20 anni, 1 e 82 seno 3a più che piena. Sono sempre stata una ragazza precoce, decisamente precoce. A 13 anni già sfilavo in passerella per le sfilate locali, ricevendo un sacco di complimenti. Ma la mia vera vita è iniziata con la maggiore età, quando ho finalmente guadagnato la tanto sognata libertà di gestire la mia vita. Ho preso un piccolo appartamento in affitto nella mia città ed è iniziata la mia vita senza le noie dei miei genitori.
    
    Il sesso l'ho assaggiato presto, poco dopo i 14 anni, però sempre con la curiosità di provare cose nove, di spingermi oltre i limiti della normalità.
    
    Poco dopo i miei 18 anni, conobbi dei ragazzi di un paesino vicino la mia città, durante una serata, e cosi parlando e sentendoci, decisi di accettare un loro invito, nella casa in campagna di uno di questi, un certo Marco.
    
    Pensando si trattasse di una di quelle festicciole in campagna, optai per un abbgliamento carino e sensuale, top, mini gonna e leggins, quelli strappati avete presente? Ovviamente con tacco 13 abbinato. Mi venne a prendere Mario, simpatico, gentile, un pò introverso e dopo qualche tempo arrivammo in questa magnifica casetta in campagna, con tanto di piscina. Era proprio una bella festa, e da brava teenager decisi di fiondarmi subito sugli alcolici, e s**tenarmi a tempo di musica.
    
    Ad un certo punto, venne questo Marco, e presentandosi come il padrone di casa, mi invitò a bere qualcosa con lui. Aveva non più di 24-25 anni, molto carino e decisamente attraente. Parlando del più e del meno, come spesso accade, si arrivò all'agomento clue, il sesso.
    
    Marco senza troppi complimenti, mi chiese se avessi voglia di rimanere da lui, e con qualche amico nel dopo serata, e che magari ci si poteva divertire un po'. Ero un po' imbarazzata e timorosa, ma alla fine mi dissi "e falla sta follia che potrà mai succedere".
    
    E così verso le 4 di notte, eravamo rimasti in pochi: io, Marco, Andrea ed il suo amico Matteo, anche lui molto carino. Io ero decisamente ubriaca, anche se mantenevo un ottimo auto controllo.
    
    L'aria si era fatta fresca, così decidemmo di rientrare in casa.
    
    Mentre camminavo, loro confabulavano su chissa cosa, ed io mi ripetevo che avevo fatto bene a restare. Ad un tratto sentii una mano sulla spalla, era Marco: "e adesso cosa facciamo piccolì?" "beviamo un altro po'" risposi io ridendo. E così ad un certo punto, mentre ero seduta sul divano, fu questo Matteo a farsi avanti e poggiò la sua mano sulle mie gambe....
    
    Io ero imbarazzata, ma lasciai fare "l'alcol" pensai.
    
    Ma la sua mano risali fin la gonna, e ad un tratto, mentre gli altri ci guardavano, piombò bruscamente li in mezzo. Io emisi un gemito naturale e gli altri risero. Senza pensarci due volte, con spirito di vendetta gli presi i gioielli con la mano e lui anzichè stupirsi, guardò gli altri e disse "vediamo se ci sta". La sua seconda mano afferrò il mio seno sinistro, e mi baciò. Ero ...
«123»